GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Atm: dal 1° gennaio 2019 biglietto ordinario a due euro. Da subito tariffe agevolate per anziani, disabili e disoccupati

Atm: dal 1° gennaio 2019 biglietto ordinario a due euro. Da subito tariffe agevolate per anziani, disabili e disoccupati

Il Fioretto di Zorro: Visto da destra o da sinistra

Il Fioretto di Zorro: Visto da destra o da sinistra

Alla faccia dell’obiettività dell’informazione, spesso sui media, a seconda della loro collocazione politico-sociale, succede che la stessa notizia venga presentata come del tutto negativa o, al contrario, assolutamente positiva. Prendiamo per esempio l’attuale gestione dei trasporti pubblici nella nostra città, di cui scriviamo più avanti. Ci sarebbe da dar conto di diverse e contraddittorie novità, alcune positive e altre negative, ma così non succede. Vediamo. La notizia di maggiore impatto è che a partire dal primo gennaio del prossimo anno, il prezzo del biglietto sarà di 2 euro, 50 centesimi in più rispetto a oggi. Visto da destra il forte aumento dimostra il fallimento della politica dei trasporti pubblici dell’attuale amministrazione. Visto da sinistra, invece, la necessità di aumentare il biglietto di viaggio dipende dal fatto che il Comune ha investito molto nella valorizzazione dei trasporti pubblici, necessaria per combattere il caos del traffico e lo smog, ma non sta avendo i dovuti contributi da parte di Governo e Regione. Inoltre, nel valutare l’entità della “stangata” spesso non si tiene conto del fatto che sta già oggi accrescendosi la platea di quanti godono, con diritto, di tariffe agevolate: gli over 60, i minori in affido, gli anziani con basso reddito, i disabili, gli under 26, i disoccupati, gli inoccupati, i detenuti che lavorano fuori dal carcere. Infine c’è anche chi nasconde che, quando il Comune “salta” la Regione, ottiene dei risultati. Per esempio i 400 milioni avuti di recente dal Governo per migliorare la rete di metro, bus e tram.

Agevolazioni fiscali per gli inserzionisti di “Zona Nove”

Agevolazioni fiscali per gli inserzionisti di “Zona Nove”

Il Decreto Legge 24 aprile 2017 n. 50 (noto come manovra correttiva 2017) ha introdotto un’importante agevolazione fiscale sotto forma di credito d’imposta a favore di imprese e professionisti per campagne pubblicitarie effettuate su quotidiani, periodici, emittenti televisive e radiofoniche, ovvero anche per coloro che utilizzano come inserzionisti il nostro giornale. Per aver diritto al credito d’imposta è necessario che l’investimento sia superiore almeno dell’1% di quello sui medesimi mezzi di informazione dell’anno precedente. Il beneficio sarà attribuito nel 2018 per le spese effettuate dal 24/6/2017 (ossia dall’entrata in vigore della legge di conversione del DL 50/2017).Per le Micro imprese, PMI e startup innovative il credito è del 90%, per gli altri soggetti del 75%. Tale credito sarà utilizzabile tramite compensazione nel modello F24 previa istanza al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Siamo a vostra disposizione per ogni eventuale chiarimento.

Nasce Digicoop prima piattaforma editoriale cooperativa

Tra i soci Abc, Milanosud e Zona Nove

Il 18 gennaio, alle ore 15.30, a Bologna presso Fico Eataly Word – Teatro Arena, verrà presentata Digicoop, la società cooperativa consortile nata per raccogliere le sfide dell’integrazione dei media tradizionali con il digitale. Digicoop è un consorzio di editori indipendenti che si propone lo scopo di migliorare le condizioni economiche ed organizzative dei propri soci in un mercato che richiede innovazione tecnologica, favorire lo sviluppo della loro attività d’impresa e di contribuire al contenimento dei costi di gestione, prestando servizi a condizioni vantaggiose. Lo strumento tecnologico è la piattaforma gestionale, editoriale e logistica Gutenberg 5.0, che assicura l’accesso ad un sistema editoriale avanzato, costantemente aggiornato in grado di competere con i più sofisticati sistemi multimediali presenti sul mercato grazie ai costi contenuti determinati dall’approccio cooperativo della proprietà diffusa. Tra i soci del consorzio c’è Abc Milano, editrice di Abc, sulla cui app Abc news Milano sono anche pubblicati Milanosud e ZonaNove. A partire dal 18 gennaio sarà anche on line il sito web www.digicoop.it. (F.A.)



Redazione: via Val Maira 4 (Mi)
tel./fax 02/39662281
e-mail: zonanove@tin.it

Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 64 del 8 febbraio 1997

Editore: Associazione Amici di
“Zona Nove” via Val Maira 4, Milano

Stampa: Litosud s.r.l. via A. Moro, 2
Pessano con Bornago (Mi)

Direttore: Luigi Allori.

Redazione: Clara Amodeo, Giovanni Beduschi (vignettista), Franco Bertoli, Andrea Bina, Roberto Braghiroli, Ortensia Bugliaro, Primo Carpi, Valeria Casarotti, Roberta Coccoli, Beatrice Corà, Riccardo Degregorio, Teresa Garofalo, Antonietta Gattuso, Sergio Ghittoni, Roberto Lana, Angelo Longhi, Lorenzo Meyer, Grazia Morelli, Sandra Saita, Gero Urso.

Collaboratori: Laura Albani, Valia Allori, Stefano Bartolotta, Silvia Benna Rolandi, Maria Piera, Bremmi, Don Giuseppe Buraglio, Arturo Calaminici, Daniele Cazzaniga, Augusto Cominazzini, Luca Corbellari, Silvia Cravero, Ivan Crippa, Silvia Faggiano, Luigi Ghezzi, Lorenzo Gomiero, Anna Maria Indino, Monica Landro, Luigi Luce, Sergio Maestri, Valeria Malvicini, Franco Massaro, Giorgio Meliesi, Michele Michelino, Luigi Muzzi, Pamela Napoletano, Stefano Parisi, Antonio Pizzinato, Giovanni Poletti, Laura Quattrini, Mira Redaelli, Mauro Raimondi, Margherita Rampoldi Meyer, Vittorio Sardo, Fabrizio Ternelli, Dario Vercesi, Norman Zoia.

Presidente dell’Associazione Amici di “Zona Nove”: Andrea Bina.

Pubblicità: Flaviano Sandonà (tel. 02/39662281).wmCoco

Impaginazione: Roberto Sala (tel. 3341791866).