GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Sabato 18 gennaio, ore 20.45 tutti alla Casa di Alex! Per ascoltare le canzoni milanesi dei Bicocca Linea 7 e sostenere ”Zona nove”

Sabato 18 gennaio, ore 20.45 tutti alla Casa di Alex! Per ascoltare le canzoni milanesi dei Bicocca Linea 7 e sostenere ”Zona nove”

“Sai che quello del prossimo 18 gennaio, alla Casa di Alex, sarà il nostro 73° concerto di canzoni milanesi?” Così ci accoglie Sergio Maestri durante una serata di prove dei Bicocca Linea 7 in un locale dell’oratorio della Parrocchia di San Giovanni Battista alla Bicocca. Il gruppo è al gran completo: Luca Rovelli (voce solista), Emilio Galeotta (Basso), Roberto Ghioni (Batteria), Giordano Briscini (Tastiera), Sergio Maestri (percussioni) e Maurizio Gibertoni (chitarra). “La nostra storia – continua Maestri – inizia nel 1993 e ancora oggi ci divertiamo molto”. Che si divertano lo si nota subito mentre provano canzoni e gag più o meno involontarie; improvvise amnesie e battute fulminanti in dialetto milanese. I loro spettacoli infatti propongono oltre che al repertorio classico milanese anche divertenti momenti di cabaret. Oh mia bela Madunina (Giovanni D’Anzi), Faceva il palo (Enzo Jannacci), Coccodì e Coccodà – Il gallo è morto (Valdi-Celso), Crapa Pelada (Kramer- Giacobetti) sono solo alcuni dei pezzi che verranno proposti nella serata di sabato 18 gennaio (Casa di Alex via Moncalieri 5 – ore 20.45) e che i Bicocca Linea 7 suoneranno a sostegno del giornale “Zona Nove”.

Per assistere al concerto rivolgersi al Centro culturale della Cooperativa di via Hermada 14 (sig.ra Maria Piera Bremmi – telefono 3490777807): biglietti in prevendita o prenotazione (gradita). Offerta libera a partire da 10 euro.

Marta Cartabia, prima donna presidente della Consulta Liliana Segre, proposta come Nobel per la pace

Marta Cartabia, prima donna presidente della Consulta Liliana Segre, proposta come Nobel per la pace

Siamo onorati di accogliere nella nostra comunità due personalità simbolo dei valori della democrazia e della parità dei diritti fra uomini e donne: Marta Cartabia e Liliana Segre, che nella nostra vignetta vengono simbolicamente trasformate in “Pantere Rosa dell’Umanità”. Marta Cartabia, docente di Diritto Costituzionale alla Bicocca, è stata di recente la prima donna a diventare presidente della Consulta, il tribunale di ultimo appello sull’aderenza di leggi e sentenze alla nostra Carta fondante. La senatrice a vita Liliana Segre – che si è dedicata alla denuncia della barbarie razzista anche nella nostra zona (nel 2018 davanti a 2400 studenti al Teatro degli Arcimboldi e l’anno scorso quando ha tenuto una lectio magistralis all’Università Bicocca) è oggi proposta come candidata al Nobel per la Pace.

Il Fioretto di Zorro

Il Fioretto di Zorro

Belloveso sempre più bella Il progetto “Piazza Belloveso aperta” va avanti spedito e in modo partecipato. In occasione della recente inaugurazione (pag. 4) è stata presentata la “bozza” della piazza riqualificata: prevalenza del verde sull’asfalto, e quindi più spazio per vivere assieme in un ambiente sano, rilassante e sicuro. Tutto bene quindi? L’idea è giusta: far condividere ai cittadini le scelte di riqualificazione, anzi invitarli a fare proposte miglioratrici. C’è però un aspetto che fino a ieri sembrava contraddire questo spirito: i problemi dei cittadini che si muovono con la macchina sembravano essere sottovalutati dal progetto. Tanto che anche Zorro a dicembre scriveva: “Una sola raccomandazione, parlate con gli automobilisti, alcuni si sentono esclusi”. Siamo quindi soddisfatti che l’assessore Marco Granelli, uno dei responsabili del progetto, abbia raccolto la raccomandazione scrivendoci (pag 4): 1) “Dalle prossime settimane i residenti potranno parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu del 43”. 2) “Abbiamo già modificato alcune cose, a partire da quanto ci hanno detto i cittadini nelle prime settimane di utilizzo. Ad esempio abbiamo allargato il marciapiede adiacente alla chiesa utilizzato per accedere alla materna parrocchiale”. 3) “Nelle prossime settimane sistemeremo il cambio di senso unico del tratto di via Cattaro tra via Palanzone e via Grivola, per meglio smaltire il traffico, e cercheremo di facilitare l’uscita da via Grivola in via Bauer”. Andiamo avanti così!

Fumetti negli ochi

Fumetti negli ochi

Fumetto senza arrosto (Zorro Nove)

• Trumpolo non riesce a chiudere i porti dell’Iran da dove partono, direttti verso gli States a bordo di petroliere vuote, migliaia di emigranti venezuelani e messicani travestiti da texani. Ha provato a mettere dazi altissimi sul traffico di persone ma si è preso solo le pernacchie dagli scafisti che se ne guardano bene dal dichiarare il carico alle dogane. Ha provato ad affondare i canotti con punture di spillo da parte di sommozzatorii, ma le Ong dispettose sono passate a imbarcazioni metalliche. Ha provato – come in Friuli – a elevare muri per non far uscire gli enigranti dall’Iran, ma quelli hanno invaso il “mondo libero” passando dall’Iraq. A questo punto il povero Donald ha chiesto consiglio all’ex ministro degli Inferni italiano, l’unico che abbia detto che il problema va risolto con il “pussa-via!”, ma poi si è accorto che la politica di costui era solo demagogia razzista che non portava da nessuna parte, anzi. Ma allora perché non bombardare un po’ in giro? (gli aggiornamenti al prossimo numero).

• Fra i Cinque Stelle c’è maretta. Con il governo giallo-rosso alcuni parlamentari non si trovano più bene con i Grillini e si sono iscritti al Gruppo Misto, in attesa di farsi traghettare da Paragone nel feudo leghista di Salvini.

• Il politico italiano più ricco rimane il Berlusca: nel 2018 un reddito di 48 milioni, Poi tra gli altri vengono Conte (un milone e 155mila), Matteo Renzi (800mila), Matteo Salvini (77mila). Qualcuno non denuncia?

Care lettrici e cari lettori di Zona Nove…

Da oltre 25 anni la nostra testata entra in punta di piedi nelle vostre case per raccontarvi cosa succede nei nostri quartieri, nelle Istituzioni, nelle realtà associative che animano la nostra comunità e per dare risalto ai tanti personaggi che, con le loro abilità, danno lustro alla zona. Il tutto senza chiedervi un centesimo, grazie alla generosità dei nostri inserzionisti che credono nel nostro lavoro e usano le pagine di “Zona Nove” per fare conoscere le loro attività commerciali. Da qualche anno il quadro economico pesantemente mutato, ha ridotto le entrate pubblicitarie della nostra testata, unica fonte di finanziamento a nostra disposizione per proseguire l’attività editoriale e le tante iniziative, di cui siamo fieri, che la nostra Associazione organizza, in particolare quelle rivolte ai giovani studenti delle scuole di ogni ordine e grado della nostra zona. Per far fronte a questa ridotta capacità economica abbiamo tagliato il più possibile le spese, cambiando sede e ridiscutendo i contratti con i nostri fornitori. Tutto ciò però non basta e quindi, per evitare di ridurre sensibilmente o addirittura azzerare le iniziative dell’Associazione per dedicare tutte le risorse a nostra disposizione al solo giornale, vorremmo coinvolgere coloro che in questi anni hanno in più occasioni dimostrato l’apprezzamento per quello che stiamo portando avanti, ovvero voi lettrici e lettori. Abbiamo pensato di proporvi un abbonamento annuale al nostro giornale, al costo di euro 25, che vi garantirà sia la certezza di riceverlo tutti i mesi a casa tramite posta in busta intestata sia di ottenere un esclusivo omaggio. Saremo lieti di accogliervi nella nostra nuova sede sita in via Val Maira 4 per registrare il contributo e ritirare il regalo che abbiamo pensato per voi. Nel caso non potessimo vederci di persona potrete farci pervenire la sottoscrizione tramite bonifico bancario. Provvederemo noi a spedirvi il regalo a casa. Grazie di cuore.

La Redazione

Iban Associazione Amici di “Zona Nove” IT07W0103001605000000704764



Redazione: via Val Maira 4 (Mi)
tel./fax 02/39662281
e-mail: zonanove@tin.it

Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 64 del 8 febbraio 1997

Editore: Associazione Amici di
“Zona Nove” via Val Maira 4, Milano

Stampa: Litosud s.r.l. via A. Moro, 2
Pessano con Bornago (Mi)

Direttore: Luigi Allori.

Redazione: Clara Amodeo, Giovanni Beduschi (vignettista), Franco Bertoli, Andrea Bina, Roberto Braghiroli, Ortensia Bugliaro, Primo Carpi, Valeria Casarotti, Roberta Coccoli, Beatrice Corà, Riccardo Degregorio, Teresa Garofalo, Antonietta Gattuso, Sergio Ghittoni, Roberto Lana, Angelo Longhi, Lorenzo Meyer, Grazia Morelli, Sandra Saita, Gero Urso.

Collaboratori: Laura Albani, Valia Allori, Stefano Bartolotta, Silvia Benna Rolandi, Maria Piera, Bremmi, Don Giuseppe Buraglio, Arturo Calaminici, Daniele Cazzaniga, Augusto Cominazzini, Luca Corbellari, Silvia Cravero, Ivan Crippa, Silvia Faggiano, Luigi Ghezzi, Lorenzo Gomiero, Anna Maria Indino, Monica Landro, Luigi Luce, Sergio Maestri, Valeria Malvicini, Franco Massaro, Giorgio Meliesi, Michele Michelino, Luigi Muzzi, Pamela Napoletano, Stefano Parisi, Antonio Pizzinato, Giovanni Poletti, Laura Quattrini, Mira Redaelli, Mauro Raimondi, Margherita Rampoldi Meyer, Vittorio Sardo, Fabrizio Ternelli, Dario Vercesi, Norman Zoia.

Presidente dell’Associazione Amici di “Zona Nove”: Andrea Bina.

Pubblicità: Flaviano Sandonà (tel. 02/39662281).wmCoco

Impaginazione: Roberto Sala (tel. 3341791866).