Il degrado infinito di via Guido da Velate

Ormai se ne è parlato più volte e su tanti quotidiani nelle pagine locali: sono anni che in fondo a Via Guido da Velate, già proseguimento di Via Tremiti, in zona Niguarda, nella porzione di strada chiusa che porta al Depuratore dell’Amiacque, gente senza scrupoli e maleducata lascia rifiuti, cartoni, materiali edili, stracci, e purtroppo anche contenitori di vernice, con eventuali pericoli di sversamento. Una discarica abusiva a cielo aperto che crea degrado e inquinamento. A nulla sono servite le denunce dei cittadini, le delibere degli scorsi anni del CdZ 9, le numerose mail che diversi consiglieri di zona hanno fatto al governo centrale della città: ogni volta si provvede semplicemente a pulire, e il giorno dopo tutto torna come prima. Qualcuno ha proposto l’installazione di telecamere per individuare i responsabili di tale annoso problema, qualcun altro ha suggerito anche la possibilità di un eventuale esproprio per pubblica utilità (art 834 del Codice Civile) con la sua apertura a doppio senso di marcia per i 122 metri che la separano da Via del Regno Italico, anche per migliorare la viabilità in uscita da Niguarda, e renderla più viva e utilizzata. Ma a tutt’oggi, nulla! Così recentemente l’assessore alla Sicurezza e Cura del Territorio del Municipio 9, Andrea Pellegrini, ha scritto una mail al sindaco affinché prenda in carico la questione.