Per i bambini il Natale è atteso con curiosità e gioia. I preparativi sono già iniziati a novembre con l’allestimento del Presepe, tipicamente italiano, ma delle origini di Babbo Natale, forse, non abbiamo mai parlato. La maggior parte lo immagina che arrivi dal Polo Nord, dal freddo, con la slitta e le tante renne ma c’è una storia di San Nicola che nasce in Turchia, a Myra, dove anche un monumento lo ricorda. La fama di San Nicola è universale. Ha dato origine al mito di Santa Claus. In quel luogo, in Turchia, visitato da pochi, San Nicola (Babbo Natale), un greco nato intorno al 280 d.C. divenne vescovo di Myra e si guadagnò la reputazione di fiero difensore della fede cristiana in anni di persecuzioni, finché nel 313, Costantino autorizzò il culto. Quindi l’immagine tipica dell’omone allegro, grasso e dalla barba bianca è frutto di fantasie. Il nostro protettore dei bambini, le cui presunte reliquie furono portate da Myra (oggi Demre) a Bari nel 1087 (nella basilica di San Nicola), divenne popolarissimo in tutta la cristianità grazie ai tanti miracoli che gli furono attribuiti sia per aver salvato tre ragazze che per essere patrono dei marinai. Pochi turisti sono arrivati a Myra ma chi ci è stato ha un ricordo vivo, bello perché qui, come in tanti luoghi della Turchia, si può ammirare anche una splendida necropoli rupestre e molte altre rovine di epoca greco romana. Per tutti un felice Natale da noi di “Zona Nove”!