Il quartiere Bicocca, museo a cielo aperto

Milano è una città che mette a disposizione dei cittadini, quotidianamente, un numero elevato di capolavori artistici. Alcuni di questi sono alla Bicocca che è oramai divenuto, dopo il centro di Milano per ovvii motivi, un vero e proprio polo museale a cielo aperto. Transitando al Teatro degli Arcimboldi , gioiello architettonico ad opera dell’ architetto Gregotti, costruito nel 2002, è possibile ammirare la scultura “Scogliere” (foto 5), opera dello scultore Spagnulo, formata da 5 enormi blocchi d’ acciaio mentre è di pochi giorni fa il trasferimento dalla Piazzetta Reale alla Piazza dell’ Ateneo Nuovo di un complesso monumentale firmato da Arnaldo Pomodoro denominato “The Pietrarubbia Group” (foto 3) che vi resterà per 5 anni. Spostandoci di pochi passi, in Piazza della Trivulziana, si può ammirare il suggestivo murale “Chained” (foto 2), di Tresoldi e Borondo mentre dello scultore Melotti è visibile, all’esterno dell’ HangarBicocca (foto 1), “La Sequenza”, opera astratta di moduli in ferro. Già che ci siete entrate all’Han-garBicocca e godete “I Sette Palazzi Celesti” (foto 4), sette monumentali torri di cemento armato, alte 18 metri di Anselm Kiefer, opera unica nel suo genere. Ciliegina sulla torta: la visita delle opere di questa mostra nel quartiere è gratuita!