Impegno del Comune per i campi sportivi di via Murat

Raccogliere idee e proposte sul rifacimento dei campi sportivi aperti di via Murat, a fianco della piscina. È stato questo, lo scorso 8 maggio al teatro Pantagruele di via Asmara, l’obiettivo dell’incontro pubblico richiesto dal delegato alle periferie del sindaco Mirko Mazzali, e organizzato dal centrosinistra del Municipio 9. Il progetto si inserisce all’interno del piano delle periferie del Comune, che prevede interventi per 38 milioni nel nostro Municipio, e che proprio nelle confinanti case popolari di via Villani e via Giuffrè vedrà la messa in opera di importanti investimenti di manutenzione straordinaria. Oltre ai consiglieri di Municipio del centrosinistra, i cittadini presenti sono stati molti, tra cui gli abitanti del quartiere, appassionati di sport e di progetti sul tema, rappresentanti di associazioni sportive che da lungo tempo lavorano con i giovani e i meno giovani in molteplici discipline amatoriali e non. È stato Mirko Mazzali a chiarire subito che scopo della giunta comunale “è fare un intervento di ristrutturazione complessivo che abbia anche la maggiore valenza sociale possibile, che sia utile ai cittadini del quartiere e del municipio ampliando l’offerta di sport e aggregazione”. Nel bando precedente, per esempio, vi erano fissate diverse giornate gratuite e aperte a tutti, oltre ad orari dedicati gratuitamente allo sport per le persone disabili. Per questo motivo la scelta dell’amministrazione è stata precisa: i campi sportivi all’aperto sono stati separati appositamente dalla gestione dell’impianto di Milanosport, consentendo che seguissero un percorso autonomo. Gli altri interventi hanno poi portato diverse proposte da sottoporre all’attenzione dell’Assessorato allo sport che predisporrà il nuovo bando, anche in rapporto all’esperienza negativa del precedente. Per esempio, è stata sottolineata l’esigenza che la durata della gestione dei futuri centri sportivi sia adeguatamente lunga e che abbia un canone non troppo alto e, data l’estrema scarsità di palestre adatte per squadre di basket e pallavolo presenti nel Municipio, è stata espressa l’esigenza di realizzare una tensostruttura che copra i nuovi campi per dedicarli a questi sport. Da altri è stato esposto il desiderio di realizzare un campo di calcetto o di tennis, una ludoteca, un progetto di affido di alcuni spazi alla scuola di via Crespi che ha problemi con la palestra, oltreché la recinzione del campo pubblico da basket posto tra la scuola e il complesso delle case popolari lato via Villani. A fronte di tali proposte, l’intenzione del Comune è di avviare un iter di lavori relativamente rapido, in grado di dare risultati già tra un paio d’anni.