GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Al Centro Culturale della Cooperativa fotografi di guerra, oceani double face, donne dipinte

Al Centro Culturale della Cooperativa fotografi di guerra, oceani double face, donne dipinte

Dopo il tourbillon musicale di dicembre al Centro Culturale della Cooperativa – quattro concerti più un saggio di pianoforte – ripartiamo con gli Incontri del Venerdì, i tradizionali appuntamenti che si snoderanno lungo tutto il 2018.

• Il primo di essi, venerdì 19 gennaio, riprenderà il discorso della Guerra Civile spagnola avvenuta in un’epoca in cui nascevano nuovi mezzi di comunicazione. Titolo della serata “L’arte al servizio di una causa: la Guerra civile spagnola (1936-39) e il nuovo stile di comunicazione visiva”. La Guerra Civile spagnola ebbe un’ampia risonanza sui mezzi di comunicazione di massa. Non fu solo la carta stampata a dare risalto al conflitto con Hemingway, corrispondente di guerra e combattente nell’Esercito Repubblicano Popolare, e l’inglese George Orwell nelle file del Partito Operaio di Unificazione Marxista, ma anche la pittura con Picasso e Joan Mirò. Per la prima volta compaiono anche la radio, la fotografia con Robert Capa e Gerda Taro (che perde la vita a soli 26 anni nel conflitto) ed il cinema con lo scrittore francese Andre Malraux. Le scene di guerra e l’effetto devastante che il conflitto ebbe sulle popolazioni civili, furono ampiamente divulgate attraverso i cinegiornali. Nella Guerra civile spagnola cambia il ruolo del fotografo che non è solo osservatore, ma sta vicino fisicamente ed emotivamente ai soggetti. Nasce il moderno fotoreporter e in Francia si pubblica “Vu”, la prima rivista fotografica distribuita su larga scala, divenuta il precursore di tutti i grandi giornali di fotogiornalismo che conosciamo oggi, come “Life” o “Time”. Una serata ricca di immagini e filmati, con Umberto Fascio dell’Università degli Studi di Milano.

 • Il secondo appuntamento è frutto di una collaborazione con il Teatro della Cooperativa legato al cartellone 2018. Venerdì 2 febbraio, al Centro Culturale, una prima della prima, ospite la Compagnia teatrale Pleiadi Art Productions con lo spettacolo “AHAB-è breve il tempo che resta”, in scena dal 6 all’11 febbraio. L’Oceano da sempre affascina e sgomenta l’uomo. L’Oceano dona la vita, l’Oceano inghiotte corpi umani o concede loro la grazia e li salva dal naufragio; l’Oceano può essere inferno di memorie sepolte o purgatorio di passaggio per migranti che aspettano di scorgere nuove terre, o ancora paradiso di devastazioni ambientali. Pleiadi Art Productions indaga il rapporto tra l’Uomo e l’Oceano. Nel lavoro teatrale si comincia da Ismaele, protagonista del romanzo “Moby Dick” di Melville, unico sopravvissuto alla strage del veliero Pequod, naufragato durante la titanica ricerca della Balena Bianca. Dalla vita dell’ultimo baleniere le onde ci conducono poi a una megalopoli di fine anni Ottanta, in cui una broker si ritrova ad affrontare l’Oceano, sede dei suoi affari economici. A chiudere lo spettacolo, due figure di nostri contemporanei che, con strumenti e ideologie differenti, dedicano la loro vita alla salvaguardia del pianeta: Boyan Slat con la sua “Ocean Cleanup” e Paul Watson, fondatore della “Sea Shepherd Conservation Society”.

• Martedì 6 febbraio prima incursione del 2018 nel mondo dell’arte. Iniziamo con una visita, o meglio un percorso guidato a numero chiuso nelle magnifiche sale della Villa Reale di via Palestro. Titolo dell’esposizione “Il mondo femminile nell’arte”, meravigliose biografie al femminile tra mito, arte e letteratura per raccontare l’intensità del mondo femminile nel suo contesto sociale, culturale e storico. Donne, protagoniste di secoli lontani: figure di eroine ed artiste che hanno segnato la nostra identità. Il percorso, con Silvia Della Sala storyteller, permetterà di riscoprire una parte importante del patrimonio artistico della Galleria d’Arte Moderna. Info e prenotazioni 02/66114499.

• Utenti a livello “zero”– ritorna la Palestra Informatica Dopo il corso di ottobre, riparte a febbraio il secondo ciclo di lezioni dedicato agli utenti che non hanno nessuna conoscenza o scarsissima conoscenza del computer. Info/iscrizioni 02/66114499.

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter