L’Università della Terza Età di Auser per offrire cultura

“L’unica ricchezza al mondo che nessuno ci può togliere”

“Saperi e periferie: di-Segni per una cultura diffusa” è il progetto con il quale l’Auser provinciale Insieme Milano in partnership con il Mic e il Museo dei Martinitt e delle Stelline ha partecipato, risultando vincitore, a un bando di Fondazione Cariplo per il 2018. Un progetto molto interessante rivolto all’Ute (l’Università della Terza Età di Auser Insieme Milano), una realtà consolidata da oltre dieci anni sul nostro territorio di zona. A oggi sono sette, presenti in spazi pubblici di sette zone, una anche nel nostro quartiere, le università Auser decentrate nelle periferie della nostra città, dedicate agli over 60 e completamente gratuite. Gli iscritti, circa 1200, sono ogni anno in continuo aumento ed è a questi “anziani” desiderosi di sapere, approfondire le proprie conoscenze, socializzare e sentirsi attivi nei propri territori, che il progetto si rivolge. L’obiettivo del progetto si riassume infatti in poche parole chiave: “cultura come inclusione sociale, accessibile a tutti, indipendentemente dal livello culturale e sociale, partecipata e diffusa”. Nella sessione primaverile e in quella autunnale del 2018 quindi le Università Auser arricchiranno la loro offerta culturale organizzando nuovi e brevi corsi o cicli di seminari su vari argomenti, arte, letteratura, storia, scienza e ambiente, società e visione del mondo. Dove le strutture lo consentono saranno attivati laboratori esperienziali di inglese, acquerello, scrittura, ballo, yoga, taglio e cucito strutturati su una/due lezioni settimanali. Il Museo dei Martinitt e delle Stelline proporrà corsi di carattere archivistico e storico relativi alla città di Milano e alla sua straordinaria storia di assistenza nei secoli, laboratori alla scoperta di documenti di archivio, eventi, aneddoti e storie legate ai bambini ospiti dei due orfanotrofi, visite guidate e attività all’interno del Museo stesso finalizzate a promuovere la partecipazione attiva dei volontari che potranno così diventare essi stessi facilitatori nelle visite, e interessanti giri alla scoperta di luoghi poco conosciuti o legati al passato industriale della nostra città. Di grande interesse anche le attività proposte dal Mic con visite guidate alle sale del museo e all’archivio sotterraneo di Cineteca, incontri su tematiche specifiche, “Cinema e arte”, “I generi cinematografici”, “Milano”, “La guerra”, “La musica”. In collaborazione con l’Università Cattolica l’Auser proporrà corsi base finalizzati all’acquisizione di competenze digitali, pc, internet, tablet ecc. E infine alla Libreria del Progresso si prevedono presentazioni di libri per adulti, per bambini e attività di lettura per tutti. Un progetto ricco e interessante che coinvolge naturalmente anche gli iscritti alla Ute della nostra zona, una realtà che è sostenuta da Auser Insieme Volontariato Bicocca Milano, ha la sua sede presso l’Auditorium di viale Ca’ Granda 19 e il patrocinio del Municipio 9. Per i nostri over 60 oltre a conferenze e a mini corsi il programma della sessione primaverile offre uscite didattiche al Museo delle Stelline e a Palazzo Reale e un cineseminario al Mic. Quattro corsisti, inoltre, particolarmente appassionati della settima arte, potranno poi proporsi per il Campus cinematografico “Accadrà domani” un progetto gestito dal Mic nella settimana dal 10 al 19 aprile. Sotto la guida di un filmaker professionista 25 persone iscritte a tutte le Ute delle varie zone formeranno una vera e propria troupe per realizzare insieme una breve clip sul tema del futuro. Ci si occuperà quindi di creare tutte le diverse fasi del progetto, dalla stesura del soggetto alla sceneggiatura, dai costumi alla scenografia, dalle riprese al montaggio. Una splendida occasione per vivere la “magia del cinema” sperimentando in prima persona l’uso di attrezzature e programmi informatici utilizzati nell’industria cinematografica, approfondendo la conoscenza del linguaggio cinematografico, sollecitando la propria fantasia e creatività. Una programmazione ampia e variegata che va incontro al desiderio degli anziani di trovare risposte alle loro curiosità e di continuare la propria crescita stando insieme.
Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere a graziella.anomale@auser.lombardia.it oppure allo 02 26826320