Niguarda quartiere pilota per il rilancio delle periferie. Parola del Sindaco Beppe Sala

“Niguarda sarà il quartiere pilota per il rilancio delle periferie”. Parola del Sindaco Beppe Sala. La notizia di questa dichiarazione piomba arriva in redazione quando ormai il numero di aprile è già stato inviato allo stampatore. Ecco perché sulla versione cartacea appena distribuita trovate solo un accenno nel Fioretto di Zorro. Non potevamo però lasciare i nostri lettori un mese all’oscuro di questa importante novità che avrà un importante impatto su Niguarda, uno dei nostri storici quartieri. La lieta novella viene comunicata nel corso di una partecipata iniziativa organizzata da Confcommercio Milano durante la quale Carlo Sangalli, presidente nazionale della più importante associazione dei commercianti, intervista il sindaco Sala sulle priorità e le sfide future per la metropoli. Temi principali trattati: periferie, attrattività, digitale, innovazione e giovani. Periferie? Un tema a cui “Zona Nove” ha dato ampio risalto e incalzato negli ultimi anni sia la Giunta Pisapia sia quella Sala perché quanto fatto per i quartieri decentrati non è a nostro avviso ancora sufficiente. Fortunatamente, come scritto più volte sulle pagine del nostro giornale, fra gli obiettivi della Giunta Sala un posto d’onore è riservato al rilancio delle periferie, con importanti investimenti per la riqualificazione dell’edilizia popolare. E in questo “Piano Marshall” delle periferie un ruolo importante lo dovrà svolgere anche il commercio, ben evidenziato anche dallo stato maggiore di Confcommercio, con i negozi di vicinato che rendono i quartieri più vivibili e più sicuri. Chiare e forti le parole pronunciate da Carlo Sangalli durante la kermesse con il Sindaco: “Il rilancio delle periferie è forse la sfida più importante e difficile di Milano. Per affrontarla è necessario mettere insieme vari elementi come sicurezza, imprese, decoro urbano, eventi e infrastrutture. Per questo abbiamo proposto al Sindaco la necessità di concentrare gli sforzi su un quartiere test per rendere visibili i miglioramenti e realizzare un modello di riferimento utile per tutto il territorio”. Proposta istantaneamente raccolta da Sala che indica il quartiere Niguarda come “un buon esempio per un’operazione del genere perché lì l’associazionismo funziona particolarmente bene”. Una grande attestazione di stima per il nostro quartiere che sottoscriviamo al 100%. Stuzzicati da quanto emerso nell’incontro sopra citato ci siamo attivati per intervistare in esclusiva il Sindaco. Contiamo sul numero di maggio di pubblicare il frutto del nostro pressing sul primo cittadino.