Bicocca Nuova: inaugurata la ventesima Casa dell’Acqua comunale

Dalla fine di Expo 2015 le Case dell’Acqua, erogatori di acqua naturale o gasata anche refrigerata, presenti all’interno del sito dell’esposizione universale sono stati progressivamente spostati ed installati nei quartieri della nostra città. E ogni nuova attivazione ha suscitato vivo interesse nella popolazione: solo lo scorso anno sono stati prelevati su tutto il territorio cittadino oltre quattro milioni di litri d’acqua, liscia o gasata, la stessa che sgorga dai rubinetti delle abitazioni, protetta da possibili “retro contaminazioni” da una particolare lampada Uv battericida installata nell’erogatore. Il 5 giugno, alla presenza dell’assessore Marco Granelli, del rettore dell’Università Bicocca Cristina Messa e dal Responsabile Reti dell’Acquedotto di Milano Teresa Gentile, è stata inaugurata la ventesima Casa dell’acqua, in occasione della Giornata mondiale dell’ambiente. Una data non casuale anche tenendo conto che all’Università della Bicocca ci sono molti corsi di laurea legati ai temi ambientali. Meno acqua imbottigliata meno plastica in giro e meno Co2 nell’ambiente. Il nuovo erogatore di oro blu è posizionato proprio di fronte all’ingresso dell’Università Bicocca, all’incrocio tra via Padre Beccaro e viale dell’Innovazione, e potrà così essere utilizzata oltre che dai residenti anche dalle migliaia di studenti, professori e dipendenti che ogni giorno affollano l’ateneo. Nelle Case dell’acqua si possono prelevare fino a 6 litri a persona al giorno, inserendo nel lettore la carta regionale dei servizi o quella nazionale.
(Nella foto il rettore Cristina Messa, l’assessore Marco Granelli e il presidente del Municipio 9 Giuseppe Lardieri.)