GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Cronaca Nera Dicembre

• Comasina: auto rubate smontate nello scantinato È quanto la polizia ha trovato in un box delle palazzine dell’Aler in via Vincenzo da Seregno. Al termine dell’operazione sequestrate nove auto senza assicurazione e due cassoni pieni di telai distrutti. ll ritrovamento più prezioso è stato quello di una Autobianchi A112 Abarth rubata quattro mesi fa. (21 novembre)
• Omicidio di Villa Litta: il pm scagiona il sospettato Sembrava che fosse stato un ucraino ad aver ucciso Marilena Negri, la 63enne trovata cadavere nel Parco Villa Litta, colpita con una coltellata al collo all’alba del 23 novembre 2017, mentre portava a spasso il suo cane, Qualcuno aveva raccontato agli investigatori che quell’uomo, senza permesso di soggiorno, aveva provato a vendere una catenina. Tutte le indagini, poi, hanno escluso sue responsabilità nell’omicidio. Ora la Procura intende chiedere una proroga delle indagini. (15 novembre)
• Via Imbonati: scoperto un ostello abusivo per migranti Venticinque letti, affittati a migranti, ammassati in un quadrilocale in pessime condizioni igieniche. È quello che hanno trovato gli agenti del nucleo reati immobiliari della polizia locale quando sono entrati in un appartamento di via Imbonati, in zona Dergano. Le indagini, coordinate dal comandante Marco Ciacci, sono partite dopo una segnalazione arrivata dall’amministratore dell’immobile che aveva ricevuto lamentele dagli altri inquilini. Il proprietario, un cinese di 49 anni, è stato denunciato per sfruttamento dell’immigrazione: nell’appartamento vivevano in sedici in pessime condizioni igieniche, Nove dei sedici affittuari, non in regola con i documenti di soggiorno, sono stati accompagnati presso gli uffici della polizia locale per l’identificazione. (13 novembre)
• Alcatrazaz: concerto al peperoncino urticante Spavento al concerto di Achille Lauro all’Alcatraz per duemila spettatori. A meno di un’ora dall’inizio dello show, infatti, qualcuno ha spruzzato dello spray al peperoncino, causando la fuga di almeno un centinaio di persone. Nessuno ha riportato danni gravi ma solo qualche fastidiosa irritazione, anche se una ragazza è stata assistita in stato di shock. Secondo la polizia, lo spray sarebbe stato spruzzato da un rapinatore per coprirsi la fuga dopo aver rubato la catenina a un ventenne, che è stato poi portato all’ospedale Fatebenefratelli in codice verde perché centrato dal getto urticante. (8 novembre)
• Ca’ Granda: mummificato in casa da otto mesi Il cadavere di un uomo di 70 anni è stato trovato nel suo appartamento in via Ca’ Granda da carabinieri e vigili del fuoco. A chiamarli è stato l’amministratore di condominio che segnalava il fatto che dell’uomo non ci fossero più notizie da tempo e che, faceva notare la donna delle pulizie, la casella della posta era stracolma, segno che nessuno ritirava la corrispondenza da tanto tempo. Il corpo era mummificato, la porta era chiusa dall’interno: non ci sono dubbi sul fatto che si sia trattato di morte naturale. L’ipotesi degli investigatori è che la morte risalga a marzo, perché in casa sono stati trovati scontrini della spesa di fine febbraio. L’hanno trovato disteso supino in bagno, indossava un pigiama azzurro ed era a piedi scalzi. Probabilmente deve aver avuto un malore e non è riuscito a chiedere aiuto. (7 novembre)

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter