GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Abitare 2019 ovvero le Case, la Piazza, i Libri e le Rose

Abitare 2019 ovvero le Case, la Piazza, i Libri e le Rose

E’ per “Zona Nove” motivo di orgoglio ospitare un articolo di Emilia Viero Manicone, presidente di Abitare, che presenta ai nostri lettori i dati salienti di bilancio del 2018 della Cooperativa e le tante iniziative sociali e culturali offerte a tutti i cittadini dei nostri quartieri, non solo ai soci. Ci fa piacere apprendere che Abitare è una realtà solidissima, molto attenta ai bilanci, con una grande sensibilità nei riguardi dei soci/assegnatari colpiti dalla crisi economica che ha piegato il nostro Paese negli ultimi anni, con un’offerta di servizi in costante aumento, sia in termini di quantità sia di qualità, senza dimenticare la Cultura con la c maiuscola che ha nel Teatro della Cooperativa e nel Centro Cultura della Cooperativa due fiori all’occhiello. In tutte queste conferme e novità un capitolo a parte merita il progetto La Nostra Piazza ovvero la tanto attesa riqualificazione di via Passerini. La convenzione con il Comune è stata firmata e finalmente si può iniziare a pensare ai cantieri. Come potete leggere la presidente non si è sbilanciata molto sui dettagli progettuali che avranno un impatto importante sul nostro storico quartiere. Ci auguriamo che vengano organizzati momenti di ascolto e dialogo con le tante realtà associative e comitati che animano Niguarda per far si che la nuova Agorà che sorgerà al centro del quartiere sia veramente il cuore pulsante che i cittadini stanno aspettando da decenni.

Il 2018 è stato un anno positivo per Abitare, un anno in cui si sono consolidati i servizi e le offerte ai Soci ormai attivi già da tempo e sono stati avviati nuovi progetti che nel futuro amplieranno la proposta di Abitare in termini di servizi e di opportunità. Abbiamo voluto chiudere l’anno passato con un incontro a Teatro rivolto ai nostri Soci e con una veste rinnovata: tanti e prestigiosi gli interventi in una serata dedicata a presentare il buon andamento economico e le tante attività in cantiere per i prossimi mesi. Abbiamo scelto di concludere il 2018 con un regalo ai nostri Soci: un libro per conoscere il territorio intorno a noi, per esaltarne le cose belle partendo da esse per difendere e sviluppare le nostre zone. “Il bello dei quartieri-L’altro cuore di Milano”, che abbiamo avuto il piacere di pubblicare e di donare, è stato un lavoro di ricerca svolto all’interno dei quartieri che ospitano le nostre case, un’attenta raccolta di testimonianze e di fotografie che ritraggono ogni luogo narrato. Un libro che riteniamo prezioso nei contenuti e nella sua edizione speciale resa possibile dalla collaborazione dei prestigiosi sponsor che hanno creduto in questo progetto e ci hanno sostenuto, ribadendo in questo modo il loro interesse e la loro partecipazione alle iniziative della Cooperativa e al territorio in cui essa opera. Dal punto di vista economico, il 2018 si è concluso positivamente, in linea con i risultati degli ultimi anni. Abitare ha prodotto valore aggiunto, cioè ha prodotto ricchezza. Questo valore aggiunto è l’indice che misura l’impatto sociale della Cooperativa; tra i beneficiari del Valore Aggiunto ci sono i Soci, che vengono remunerati con gli interessi sul Prestito, e gli altri portatori di interessi: lo Stato, gli enti pubblici e il mondo cooperativo. Per quanto riguarda lo stato di assegnazione del nostro patrimonio immobiliare, siamo lieti di poter affermare che la saturazione degli alloggi ha raggiunto livelli altissimi (97%) e ad oggi sono disponibili solo 5 alloggi su oltre 2.700. Un dato sensibile su cui soffermarsi è quello della morosità, la cooperativa negli ultimi anni ha compiuto un grosso sforzo per ridurre la morosità esistente, in parte stralciando i crediti ormai irrecuperabili, in parte andando ad effettuare un accurato lavoro di recupero attraverso l’impiego a tempo pieno di nostro personale interno. Per combattere invece la nuova morosità Abitare ha adottato delle forme contrattuali più adatte alla situazione economica attuale, sempre però acquisendo le necessarie garanzie per tutelare il canone di assegnazione. Da quando sono stati introdotti questi strumenti, solo otto contratti (l’1,65 per cento di quelli sottoscritti) hanno registrato delle difficoltà e in due casi è già intervenuta l’assicurazione a risarcire parte dei canoni. Vediamo ora cosa ci aspetta in questo anno appena iniziato: con la firma della Convenzione con il Comune di Milano avvenuta in data 14/12/2018, prende forma e diventa concreta realtà il progetto inseguito per molto tempo con la caparbietà dovuta a ciò in cui si crede e che si vuole mettere a disposizione del territorio e dei cittadini. Vedremo infatti nascere a Niguarda LA NOSTRA PIAZZA, frutto della collaborazione di Abitare e DeltaEcopolis, l’altra grande cooperativa di abitanti a Milano, con abitazioni, servizi e verde pubblico. Una realizzazione che corona gli sforzi progettuali e negoziali con le autorità pubbliche e che ora diventa un luogo da vivere e da animare a disposizione di tutti noi. Non mancheremo di informare i Soci e la cittadinanza mano a mano che si procederà con lo sviluppo di questo importante progetto. Si sono rinnovate e ampliate le collaborazioni con associazioni impegnate nel sociale, come Cascina Biblioteca, Diapason, Fondazione Aquilone. Il risultato si traduce in opportunità maggiori per le esigenze dei Soci e dei cittadini di Niguarda (recente è l’inaugurazione dello spazio WeMi gestito da Cascina Biblioteca nei nostri locali di Via Ornato 7) e nel perfezionamento dei servizi già attivi, grazie alle competenze di professionisti operanti nei diversi settori. L’impegno di Abitare, quindi, prosegue su tutti i fronti per migliorare l’offerta ai nostri Soci in termini di abitazioni ma anche di servizi collaterali ad esse; cerchiamo di mantenere costante e tempestiva la comunicazione con il nostro corpo sociale: insieme al nostro periodico “Abitare nei Quartieri”, infatti, che nel corso dell’ultimo anno si è rinnovato soprattutto dal punto di vista dei contenuti, abbiamo deciso di affiancare un nuovo prodotto cartaceo, InformaSoci, che viene distribuito unitamente alla fatturazione o in occasioni di importanti novità, ed è rivolto principalmente ai Soci residenti nei nostri Quartieri. Si tratta di uno strumento leggero e sintetico che ha l’obiettivo di informare tempestivamente i Soci su tutte le attività in corso nei nostri Quartieri. Nell’anno in corso si concluderà il mandato dell’attuale Consiglio di Amministrazione. I suoi aspetti più caratterizzanti resteranno la fattiva risposta abitativa con la piazza di Niguarda, la svolta innovativa della comunicazione e l’attenzione sempre più partecipe al sociale. Una missione nel suo complesso ben evocata, e sintetizzata, nel nostro slogan “Le Case e le Rose”, a indicare che per “abitare” servono le case, certo, ma anche tutto quello che le abbellisce, e quindi i servizi, la cultura, le attività umane.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn