Atm e Comune in cerca di una soluzione contro il rumore prodotto dai tram

Finalmente, diranno i residenti del quartiere Bicocca Nuova che da decenni lottano contro gli stridii prodotti dal tram 7 che passa sotto le loro case e scandisce fastidiosamente la loro giornata. Molte volte ci siamo occupati della vicenda sulle pagine del nostro giornale e la vicenda è stata ampiamente dibattuta anche in CdZ 9 e in Municipio 9. Finalmente ora sembra vedersi uno spiraglio positivo. Comune e Atm hanno firmato un accordo per la predisposizione del “Piano di Contenimento e Abbattimento del Rumore delle Infrastrutture Stradali” per contenere o abbattere il rumore urbano prodotto dal passaggio dei mezzi pubblici, in particolare dei tram. Il rumore, fino a poco tempo fa, era una delle fonti di inquinamento più sottovalutate e meno controllate e solo da poco è stato riconosciuto come una minaccia per la salute e per il benessere psico-fisico. Qualche passo avanti è stato fatto anche se c’è ancora molta strada da fare. Già oggi Comune, insieme ad Atm, è intervenuto sulle infrastrutture stradali e gli armamenti tramviari anche allo scopo di ridurre il rumore, per esempio in piazza Cinque Giornate, viale Monza e via Ornato dove il rifacimento del manto e la sostituzione dei binari ha permesso di adottare delle tecnologie di contenimento. Questo nuovo accordo firmato a inizio febbraio consentirà di effettuare un reale censimento e di verificare con quali modalità intervenire, per esempio, in viale dell’Innovazione alla Bicocca che ha un alto tasso di rumorosità per il passaggio del tram 7. Seguiremo con attenzione la vicenda e vi aggiorneremo nei prossimi mesi.