Paolo Fresu e Kenny Garrett al Blue Note

• Appuntamento annuale di Paolo Fresu al Blue Note (foto 1), come sempre in tre serate con diversi ospiti. Le prime due serate in compagnia di Lars Danielsson, violista e contrabbassista svedese dal suono poetico: insieme hanno presentato Summerwind, il loro ultimo lavoro discografico. L’ultima serata, al duo si sono aggiunti Dino Rubino al piano e Marco Bardoscia al contrabbasso. Qui le musiche suonate sono state prevalentemente quelle tratte dalla recente esperienza teatrale di Fresu che, in giro per i teatri d’Italia, ha portato uno spettacolo dedicato a Chet Baker con musiche suonate dal vivo insieme a Rubino e Berdoscia.
• Una carriera straordinaria quella di Kenny Garrett, sassofonista considerato uno dei più grandi interpreti del post-bop (foto 2). Un percorso musicale iniziato nel 1978 nell’orchestra di Duke Ellington e proseguito con collaborazioni prestigiose con personaggi del calibro di Miles Davis, Freddie Hubberd, Herbie Hancock. Uno stile musicale personale ed aperto ad influenze esterne al jazz, ben testimoniate nel concerto al Blue Note.