Quattro passi per scoprire la Prato del passato

Nell’ambito della festa Patronale di Pratocentenaro (vedi sopra a destra la presentazione di Don Maurizio Bertolotti), sfogliando il libretto che in questi giorni arriverà gratuitamente in tutti i caseggiati, c’è sicuramente un’attività che balza all’occhio: i “Quattro Passi in Scena”, una passeggiata teatrale tra le storie di Pratocentenaro (di e con Marco Gagna e Michela Rebuffi) organizzata dal Centro Culturale San Dionigi e dalla Associazione Commercianti Pratocentenaro. Ne abbiamo parlato con Valerio Rebuffi, uno degli ideatori dell’iniziativa.

In che cosa consiste l’iniziativa di “Quattro passi in scena”?

È una passeggiata teatrale della durata di un’ora per le vie di Pratocentenaro per rivivere il passato di questa zona a tratti sconosciuto e troppo spesso dimenticato. I “Quattro passi in scena” permetteranno appunto di guardare il quartiere con gli occhi di una volta.

Ma cosa c’è da vedere nel passato di Pratocentenaro?

Fiumi che si colorano, bombardamenti, tedeschi che se ne vanno, fabbriche che nascono e cascine in fermento. Pratocentenaro ha una storia da raccontare. Quella storia è nascosta tra le vie, le mura e i racconti dei suoi abitanti. L’Elvira, una contadina della “Malpensada” e l’Ambrogio, un operaio delle officine Pasquino, accompagneranno gli spettatori alla scoperta delle radici dei luoghi dove viviamo, dove ci incontriamo e dove una volta…” era tutta campagna”!

Mi sembra una bellissima idea, quando si potrà vivere questa esperienza?

Aspettiamo tutti quelli che vorranno sabato 25 maggio con tre repliche: la prima alle 10.30, la seconda alle 15 e l’ultima alle 17. Il ritrovo sarà in via Valfurva 9 di fronte alla Piscina Scarioni e la partecipazione è gratuita. Al termine di ogni tour sono previsti un aperitivo e la possibilità di firmare la petizione per approvare il progetto “Una Piazza per Pratocentenaro” (vedi in alto a sinistra).

Per la prenotazione obbligatoria: Segreteria Parrocchiale 026423478 – Abbigliamento GRIP 3661843577 – Valerio Rebuffi 3487254982.