GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Stanchezza cronica? Puo’ essere un’intolleranza alimentare

Stanchezza cronica? Puo’ essere un’intolleranza alimentare

Se siete sempre stanchi, e avete escluso, dopo esami approfonditi, una causa patologica precisa, la risposta potrebbe trovarsi nell’accensione di una spia organica che riconduce ad eventuali intolleranze alimentari. Successivamente agli accertamenti clinici che stabiliscono che non vi siano problematiche ad esempio tiroidee o cardiache o di altra natura degenerativa, accusare sintomi quali: debolezza, astenia, stanchezza mentale mattutina, mancanza di concentrazione e così via, indicano uno stato di infiammazione cronica di basso grado, sostenuta da una ipersensibilizzazione ad alcuni cibi. Questa situazione di ostilità a taluni alimenti introdotti quotidianamente, sollecita il sistema immunitario che si mobilita scatenando risposte di tipo infiammatorio e togliendo quindi all’organismo risorse energetiche per poi ridurre le prestazioni sia fisiche che mentali. Tengo a precisare che le intolleranze alimentari individuabili con esami clinici classici sono sostanzialmente legate all’introduzione di glutine e lattosio e altre poche sostanze. L’iper-sensibilità alimentare invece, oggi definita “Food Sensitivity” è rilevabile con strumentazione Bio-Energetica, grazie alla quale viene misurata la “compatibilità degli alimenti” con l’individuo…(presso il mio studio vengono analizzati 320 alimenti). Attraverso un Test Eav, della durata di un paio di ore e totalmente non invasivo, è possibile stabilire un percorso di recupero delle iper-sensibilità alimentari individuate che prevede un reinserimento graduale stabilito in base all’esito personalizzato. La risoluzione quindi è: adottare uno schema di rotazione delle sostanze risultate “non compatibili “ dal test bio-energetico, che porta a una riduzione progressiva della stanchezza provocata dalla introduzione quotidiana del cibo non adatto momentaneamente per il soggetto in questione. A volte basta cambiare qualche abitudine reiterata da tempo nel quotidiano per avere un cambiamento dello stato di salute!

Paola Chilò, Naturopata – Esperta in riequilibrio alimentare/intolleranze con orientamento psicosomatico Per informazioni o appuntamenti: Tel. 3396055882 Studio Naturopatia in via Terruggia 1, 20162 Milano

naturopaki@gmail.com

www.paolachilonaturopata.it

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn