GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Bezzi/Marostica: una donna morta e 13 feriti in un violento scontro tra mezzi Atm e Amsa

Bezzi/Marostica: una donna morta e 13 feriti in un violento scontro tra mezzi Atm e Amsa

Sabato 7 dicembre, ore 8.10, incrocio tra viale Bezzi e via Marostica. un gravissimo incidente tra un mezzo della nettezza urbana e un filobus Atm della lina 90/91. Mediante le telecamere di sorveglianza di un negozio si vede chiaramente il filobus che passa con il rosso a velocità sostenuta e si scontra con il camion Amsa che avanza da destra venendo da via Marostica. L’impatto tra i due mezzi è talmente violento che il mezzo Atm, ormai senza guida, esce dalla corsia preferenziale finendo, in contromano, sull’altra carreggiata dove abbatte un semaforo, che viene stradicato e buttato a venti metri di distanza.
La centrale operativa del 118 dichiara la maxi emergenza: 13 le persone ferite. Prima di tutto, la filippina 49enne Shirley Ortega, passeggera del filobus che, sbalzata sull’asfalto e trasportata in coma al pronto soccorso, morirà il giorno dopo a causa del violentissimo impatto . Po, il conducente del mezzo Amsa che, rimasto incastrato nelle lamiere, è stato estratto dai vigili del fuoco con un femore rotto, Meno gravi, invece, le condizioni di altri due dipendenti Amsa, accompagnati in codice giallo al pronto soccorso, e altri nove passeggeri Atm, che hanno riportato traumi al torace, alle spalle e agli arti inferiori e sono stati tutti accompagnati in codice giallo e verde ai pronto soccorso della città dalle 10 autambulanze accorse sul posto.
Gli autisti di Atm e Amsa sono indagati per omicidio stradale e lesioni colpose. In particolare è sotto sequestro il cellulare del dipendente Atm (47 anni) che guidava la 90. Si vuole infatti capire se il bus sia passato con il rosso per un guasto tecnico o perché l’autista stava utilizzando il cellulare poco prima dell’incidente. O se possa essere accaduto qualcosa a bordo che abbia distratto l’uomo alla guida. Un’indicazione utile in questo senso dovrebbe arrivare dalle telecamere installate a bordo del filobus.
“È una tragedia che ci richiama ancora di più al nostro dovere – ha detto il sindaco, Giuseppe Sala -.È difficile, non vorrei espormi e dare colpe e responsabilità, però ho chiesto ad Atm di stringere ancora di più i controlli e l’attenzione sui nostri operatori. Sono altresì profondamente addolorato e sono conscio di dover fare sempre tutto il possibile per garantire ai miei concittadini quelle condizioni di vita dignitosa e sicura che meritano. E di sentirmi pienamente responsabile quando ciò non avviene. A nome di Milano esprimo le più sentite condoglianze ai familiari della signora Ortega e a tutta la comunità filippina”.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn