GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Parlane con me, Paola Chilò, la tua naturopata

Parlane con me, Paola Chilò, la tua naturopata

Nuova rubrica interattiva per voi lettori

Prenditi cura del tuo benessere psico/fisico chiedendo un consiglio, scrivi a naturopaki@gmail.com

• Ballo e osteoporosi si puo? “Ho 68 anni e ho una considerevole osteoporosi, da quando l’ho saputo ho un po’ paura a muovermi. Mio figlio invece e anche i medici mi consigliano di fare ginnastica, ma con l’età mi sono impigrita. Non riesco a trovare una ginnastica che mi piaccia, da giovane invece amavo ballare. Secondo lei potrebbe andare ancora bene? Ci sono pericoli?” Gemma B.

Vero è, cara Gemma, che se si fa una vita troppo sedentaria e ci si sente “legati” e imprigionati in un timore di muoversi, vivendo giornate per lo più noiose e ripetitive, anche i pochi stimoli vengono meno. Ci si incastra in un circolo vizioso e anche il corpo stesso ne risente. In effetti il movimento è molto adeguato per chi soffre di osteoporosi, proprio al fine di ristabilire un giusto equilibrio fra i vari elementi mineralizzanti che circolano nel nostro corpo. Movimento e stasi sono in perfetta armonia proprio come la “costruzione e la distruzione” ossea. Ma ci vuole anche il divertimento e ballare è una delle attività fisiche più idonee a questo scopo. Ricominciare da qui è un’ottima soluzione che le procurerà dei miglioramenti su tanti fronti. Le consiglio inoltre 30 gocce al giorno di estratto di Equiseto, che è una pianta ricchissima di silicio, grande rimineralizzante osseo.

• Al lavoro sono bloccata e il mio colon è peggiorato “Lavoro in una ditta a conduzione famigliare. Da un lato questo per me è positivo, dall’altro il rapporto troppo personale con i capi mi crea turbamento e frustrazione. Le mie iniziative vengono spesso bloccate e mi sento costantemente giudicata. Ho sempre sofferto di colite, ma ultimamente i disturbi sono insopportabili e non so cosa fare, pensa possa essere collegato al mio disagio? E come porvi rimedio? Grazie della gentile risposta.” Stefania G.

È evidente che il tema della libertà e l’eccessivo controllo che metti in atto quotidianamente per mantenere una certa armonia (solo apparente però), con l’ambiente di lavoro, si riflettono nello stato di salute del tuo colon. L’intestino è strettamente collegato con le nostre parti istintive più profonde ed anche con la creatività che non esprimiamo al meglio. In questo caso la parte creativa viene bloccata e la sensazione è di “non vivere“ davvero tutto ciò che potremmo essere. Ti consiglio quindi di cercare, al di fuori del lavoro, un ambito in cui puoi dare sfogo liberamente alle tue passioni. Ritrova un hobby creativo, una passione antica messa da parte e tuffati pienamente nella forza creatrice che c’è in te. Libera per prima la tua testa dai giudizi e prendi 50 gocce al mattino e 50 gocce alla sera di Ficus Carica, un rimedio per le coliti da stress!

Aspettando le vostre email, vi auguro Buone Feste e vi ricordo che potete regalare a un vostro caro una seduta di consulenza alimentare, un test delle intolleranze, oppure un riequilibrio psicosomatico.

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn