GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Com’è profondo lo schermo: al Mic i classici del mare

Com’è profondo lo schermo: al Mic i classici del mare

Dopo il lungo periodo di chiusura antivirus il Mic ha riaperto con una programmazione tutta dedicata al mare, “simbolo della vita che metaforicamente ci conduce verso l’orizzonte di una nuova rinascita e, ci si augura, al ritorno di una fruizione collettiva in sala”. Fino al 20 settembre sarà quindi il mare protagonista non solo dei film proiettati in sala ma anche all’interno del percorso museale del Mic. “Com’è profondo il mare” questo è il titolo della rassegna: ben 36 pellicole, grandi classici che hanno fatto la storia del cinema, ci faranno sognare con il storie d’amore, avventure di pirati, naufragi, viaggi ed epiche battaglie, ci stupiranno con la visione delle meraviglie nascoste nei misteriosi abissi popolati da incredibili vegetazioni e insolite creature marine. Lo Squalo, Moby Dick, La tartaruga rossa, Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto, Mediteraneo, La Sirenetta, Ponyo sulla scogliera sono solo alcuni dei titoli della rassegna che esplora tutti i generi cinematografici, dai documentari degli albori della settima arte ai film d’avanguardia, attraversando decenni e paesi diversi. Ma il mare con la sua magia ci accompagna anche nel museo. Durante il lockdown, infatti, il Mic ha creato postazioni interattive che con la grande novità della Virtual Reality Room consentiranno emozionanti esperienze. Ogni giorno, alle 17,30, attraverso visori Oculus i visitatori potranno tuffarsi nella visione immersiva e inedita di film in Virtual Reality, opere presentate nei più importanti festival cinematografici internazionali che in questo primo mese consentiranno di effettuare viaggi virtuali in mondi lontani. Ma non è finita qui. Tutti i giorni alle 15,30, si potrà visitare l’Archivio del Museo e partecipare a una caccia al tesoro virtuale alla scoperta di racconti e ritratti di una Milano ormai scomparsa, dalla fine dell’Ottocento ai primi anni Sessanta. E ogni giorno alle 16,30 visite guidate permetteranno di approfondire tematiche cinematografiche specifiche, conoscere attraverso particolari armadi interattivi segreti, curiosità del cinema milanese e storie dei suoi grandi divi, oppure visionare rari documenti d’archivio digitalizzati dal laboratorio di restauro di Cineteca Milano. E tutte le domeniche alle ore 15 ancora tanti bellissimi film per le famiglie!

È possibile visitare il Mic tutti i giorni,dal martedì alla domenica, con ingressi alle ore 15, 17, 18 con l’ausilio gratuito di tablet forniti in cassa. Per le visite guidate è obbligatoria la prenotazione sul sito www.cinetecamilano.it.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn