GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Il Fioretto di Zorro: Vasca Sì e Vasca No

Il Fioretto di Zorro: Vasca Sì e Vasca No

Sono anni che c’è battaglia tra chi è a favore della vasca anti-Seveso e chi si oppone. Ma ora, con l’apertura del cantiere al Parco (pag 3), i toni hanno raggiunto livelli di guardia. Noi informiamo su entrambe le posizioni in campo ma non possiamo evitare qualche appunto. Stiamo ancora piangendo i morti del virus e quanto dicono i No (con la vasca piena si rischia un concentrato di Covid vicino alle case di Bresso) ci sembra un po’ sopra le righe: non brandiamo la pandemia per spaventare la popolazione. Il Seveso è una fogna a cielo aperto ma l’acqua che finirà nella vasca, in periodo di piena, è la stessa che ogni giorno “normale” scorre molto vicina alle case. I toni del Comune e di coloro che sono per il Vasca Sì ci paiono invece troppo trionfalistici. I tempi per la vasca al Parco non saranno brevi e soprattutto non pare di imminente costruzione quella di Paderno- Varedo, che verrà realizzata su un’area molto inquinata e quindi da bonificare. Senza quello strategico invaso tutto il progetto sarà monco e quindi non molto efficace. Insomma, conviene concentrare le forze verso obiettivi che ci uniscono. Bonifichiamo le acque del Seveso, per esempio, e le vasche assumeranno tutto un altro aspetto: da papero a cigno! Le acque raccolte nelle vasche saranno acque luride, a prescindere dal Covid 19. Primo dunque: pulizia! L’acqua del Seveso è un bene prezioso da raccogliere nei periodi di piena per essere usato in quelli di magra.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn