In via Hermada si fa flanella con Raffaello e Michelangelo

Per un lungo periodo (12 marzo – 25 giugno) il Centro Culturale della Cooperativa ha tenuto vivo il rapporto con soci e frequentatori presentando 15 filmati creati ad hoc. Letteratura, opera lirica, arte, concertistica e storia i temi trattati negli appuntamenti del giovedì, portatori di cultura “a domicilio”. La formula vincente? Un banalissimo clic sul link contenuto in una mail, per accedere ad una chicca culturale, fruibile all’istante o in qualsiasi altro momento anche dalla persona meno “digitalizzata”. Questo per il passato, ed ora? Avanti con gli spazi aperti per quanto possibile! In quest’ottica si pone un progetto che prevede tre passeggiate guidate dalla storica dell’arte Anna Torterolo per godersi, secondo una sua definizione, “la suprema arte di far flanella” ossia pensare divertendosi, ma noi, più banalmente, definiamo i percorsi una ricerca di curiosità e luoghi milanesi. Gli appuntamenti saranno: 30 settembre Città Studi: Politecnico, Piero Portaluppi, Giò Ponti e altro – 12 ottobre Porta Vittoria, Palazzina Liberty, vecchio Verziere, Parco Formentano – 27 ottobre Porta Venezia: San Carlo al Lazzaretto, I promessi sposi, la Porta Orientale. E per gli Incontri del Venerdì? Ripartiranno anch’essi con due appuntamenti già confermati, nelle date stabilite, alla presenza di un pubblico numericamente contenuto o con la formula “tavola rotonda”.

• L’incontro storico-politico del 18 settembre è affidato a Giovanni Galli, docente di storia all’Università della Terza Età di Sesto San Giovanni, uno dei relatori “storici” del Centro Culturale la cui prima conferenza risale al febbraio 2011 per il 150° dell’Unità d’Italia. In quell’occasione parlavamo del nostro Paese, mentre questa volta il tema proposto sarà l’Europa. In “Ascesa, egemonia e declino dell’Europa” sarà esaminata a volo d’uccello la storia degli ultimi 2000 anni. G. Galli, da storico, cercherà di spiegare come il nostro sia diventato il continente egemone in campo economico, politico, militare e culturale a partire dal XVII secolo e perché abbia perso questo ruolo nel XX secolo. Nel corso dell’incontro verrà proposta dal relatore una risposta a queste due domande.

• Il 2 ottobre sarà di nuovo da noi Anna Torterolo con una conferenza dedicata ai due più importanti artisti del Rinascimento. “Gentilezza vs Forza”, Raffaello e Michelangelo a confronto nei Palazzi Vaticani”. Raffaello Sanzio, quest’anno ricorrono i cinquecento anni dalla morte, fu il più famoso pittore della sua epoca. Morto a soli 37 anni è celebre per la spontanea e divina armonia delle sue composizioni nelle quali ci propone un mondo dove il Sacro dialoga con l’Umano senza traumi, con esiti di assoluta rasserenante bellezza. Michelangelo (1475 – 1564) già in vita fu riconosciuto tra i più grandi artisti di tutti i tempi. Nelle sue opere ci trasmette invece un senso prometeico di sfida al Sacro: il suo Dio è terribile, grandioso e l’uomo è in perenne lotta tra il suo essere divino e la sua fragilità mortale. Le due concezioni dell’Arte e della Vita si incontrano sulle impalcature dei Palazzi del Vaticano, tra le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina di Michelangelo. Cosa si saranno detti?

I Corsi del Centro Culturale della Cooperativa riprenderanno agli inizi di ottobre: pianoforte, inglese, tedesco, fotografia, palestra informatica, scuola d’italiano per stranieri.

Sono aperte le iscrizioni Info, 02/66 11 44 99 – centro.culturale@abitare.coop