Al Centro Culturale della Cooperativa la vita segreta degli alberi, la sfida fra Trump e Biden, le belle chiese di quartiere

Ebbene sì, è sempre più difficile ma, con l’ostinazione che lo contraddistingue, il Centro Culturale della Cooperativa prosegue la propria attività. Dopo le passeggiate per la città siamo ritornati al nostro “quartier generale” di via Hermada da cui ormai trasmettiamo gli incontri “in streaming”. Siamo diventati più tecnologici? Per forza: ne avremmo fatto volentieri a meno ma l’avverso destino ci obbliga.

• A novembre ritorna Book City Milano dove saremo ancora una volta presenti, domenica 15 novembre-ore 17,30, con una narrazione dedicata all’Ambiente, uno dei temi trattati nella rassegna del 2020. Per l’occasione abbiamo scelto un libro divenuto un best seller mondiale La vita segreta degli alberi. L’autore è Peter Wohlleben, tedesco, un guardaboschi/ scrittore alla suo terzo libro in cui gli alberi, quasi persone, sono i protagonisti. Peter ci svela come essi parlano gli uni con gli altri, quali sentimenti provano, come coltivano amicizie ed educano i loro figli. Lasciamo ad Ezio Cazzola, un geologo innamorato della natura, il compito di portarci alla scoperta di questo straordinario mondo nascosto. A Marina De Col il compito di dare vita al bosco con delle letture. Naturalmente il sottofondo musicale che accompagnerà l’inizio e la fine della narrazione non potrà essere che “Le storielle del bosco viennese” di Johann Strauss.

• Venerdì 20 novembre-ore 18 è in programma un incontro in collaborazione con il Centro Filippo Buonarroti, l’associazione che dal 2011 ha portato al Centro Culturale relatori e conferenze di alto livello. Il Filippo Buonarroti è stato fondato nel 1995 a Milano da un gruppo di insegnanti di diverse scuole, animati dalla voglia di contribuire alla diffusione tra le giovani generazioni di quella passione per la conoscenza che sola può garantire salde basi per qualunque scelta ideale. Per ritornare al nostro incontro sarà di nuovo al Centro Culturale lo storico Carlo Antonio Barberini, per un’analisi sui risultati della sfida Trump-Biden per la presidenza degli Stati Uniti. Mentre scriviamo non ne conosciamo ancora l’esito, ma qualunque sia il risultato Barberini ne parlerà nel corso della serata dedicata a “Il quadro delle relazioni internazionali dopo le elezioni americane”. I due eventi saranno trasmessi in streaming sulla pagina facebook del Centro Culturale. Contattateci per le istruzioni su come seguirli: 02/66114499.

• Per chiudere 2 appuntamenti “in presenza”. Ritorneremo ad Andar per quartieri partendo dalla presenza di una chiesa “importante” (non obbligatoriamente antica) per architettura, posizione, storia e del quartiere che le sta intorno. Come sempre la storica dell’arte Anna Torterolo sarà una straordinaria accompagnatrice. In breve il calendario: martedì 24 novembre Porta Ticinese: la Basilica di San Lorenzo. Tra le più antiche chiese di Milano è nel cuore di quella che chiamano anche Portacicca, da Porta Cica (porta piccola) come la chiamavano gli spagnoli. Secondo appuntamento martedì 1° dicembre a Porta Vercellina: San Francesco al Fopponino. Una chiesa moderna firmata Gio Ponti ma con origini legate al Fopponino, antico cimitero del 1576. Nel quartiere, divenuto poi Porta Magenta, partiva da corso Vercelli il mitico Gamba de Legn che, in aperta campagna, poteva raggiungere perfino… la velocita di 15 Km all’ora. Sono aperte le prenotazioni: 349/0777807.

E per chiudere forse vi chiederete: “Ma il concerto di Natale?” Una bella domanda a cui per ora non abbiamo risposta ma, con un po’ di fortuna, potremmo anche stupirvi con una cascata di musica nel mese di dicembre.