Trasporti nel Nord Milano: tanti i progetti che potrebbero concretizzarsi

Detto in questa stessa pagina della metrotramvia Milano-Seregno che tanto giovamento dovrebbe portare ai nostri quartieri in termini di riduzione di auto provenienti dai Comuni del nord Milano, in queste ore sta venendo avanti la notizia che il prolungamento della M5 a Monza avrà un’appendice molto interessante: dall’attuale capolinea di Bignami partiranno due percorsi, uno verso Monza e l’altro verso Bresso, Cusano Milanino e Cinisello. Tecnicamente si tratta di uno sbinamento della linea. E ci sarebbero già 15 milioni pronti per avviare i lavori. Almeno così afferma ai quattro venti il bressese Stefano Buffagni, viceministro allo Sviluppo economico (nella foto assieme a Conte). Vanno fatte subito due precisazioni: questo nuovo ramo della M5 è complementare e non alternativo alla metrotramvia Milano-Seregno sopra richiamata; inoltre questo entusiasmo nel dare l’opera come cosa già fatta è eccessivo. Ma vediamo di capire meglio di cosa si tratta dalle parole del Viceministro: “In accordo con il ministro alle Infrastrutture, siamo pronti a inserire nella manovra di bilancio lo stanziamento necessario a coprire il costo di costruzione del cosiddetto manufatto di bivio. Si tratta di un’opera fondamentale per dare corso al resto del progetto. Se infatti quest’opera non fosse realizzata in contemporanea con il cantiere per il prolungamento della linea verso Monza, poi sarebbe molto difficile prevederla in futuro”. Secondo i tecnici di MM infatti l’intervento deve avvenire insieme allo scavo della galleria principale, già finanziata e pronta a partire entro due o tre anni. Perché se si realizzasse in un secondo momento si dovrebbe bloccare la metropolitana almeno 2 anni per consentire le demolizioni e la costruzione della doppia galleria. Sempre secondo i tecnici MM, che stanno lavorando al progetto di fattibilità e sostenibilità economica, la costruzione del manufatto ha una durata stimata di circa 26 mesi e non dovrebbe comportare un allungamento dei tempi di realizzazione dell’intero prolungamento verso Monza, pari a 5 anni e mezzo. Detto dello stanziamento dei 15 milioni di euro per costruire lo “sbinamento”, il passo successivo per Regione Lombardia e Governo sarà il reperimento dei fondi necessari alla costruzione dell’intera galleria che dovrebbe toccare Bresso, la periferia di Cusano, per attestarsi a Nord di Cinisello, a ridosso del quartiere di Sant’Eusebio, ovvero almeno 500 milioni di euro, che non sono proprio noccioline.