GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Centro Culturale della Cooperativa

Centro Culturale della Cooperativa

Un anno orribile in attesa di tornare insieme…

Eccoci arrivati tra alti e bassi alle fine di un anno “sulle montagne russe” o, per usare un termine da gare automobilistiche, fatto di stop and go. Che fare? Abbandonare la partita, farci prendere dallo sconforto, arrenderci oppure tentare ancora di volare? La voglia ce l’abbiamo e questa è la scelta, il buon proponimento del Centro Culturale della Cooperativa per il nuovo anno. E poi perché non sperare in un allargamento delle maglie in tempi non troppo lontani? Perché, diciamolo, a noi la voglia di stare insieme non è mai passata. Ma veniamo al mese di dicembre che si presenta ricco di proposte. Tre differenti, brillanti narratori, già presenti al Centro Culturale in altre occasioni, per tre incontri legati al Natale. L’11 dicembre Giuseppe Botturi con il Natale nella letteratura, Anna Torterolo il 18 con il Natale nell’arte e il 23 dicembre Roberta Lenzi con le origini del Natale nella storia. Inoltre chiuderemo l’anno il 30 dicembre riproponendo il Concerto di Capodanno 2016, orchestra Antonio Vivaldi – direttore M.° Lorenzo Passerini che, come ogni concerto di capodanno che si rispetti, comprenderà musiche di Johann Strauss: valzer, polke e l’immancabile “Marcia di Radetzky”. Con il Concerto di Capodanno, anche questo rigorosamente “da remoto”, si chiude un anno di lavoro un po’ speciale. Annus horribilis diremmo, ma noi “ce l’abbiamo messa tutta” e ci ritroverete puntuali, con lo stesso impegno, da gennaio 2021. A voi tutti i più sentiti auguri dal Centro Culturale della Cooperativa.

Contattateci per conoscere come seguire i 4 eventi: 02/66114499

• Una cascata di musica. Veniamo ora a qualcosa a cui avevamo vagamente accennato nel numero precedente: una cascata di musica nel mese di dicembre. Ebbene vi confermiamo che la cascata di musica ci sarà, declinata in quattro concerti lirici, grazie al bando lanciato dal Municipio 9 intitolato “Fuori Scala 2020”. Vinto dall’associazione musicale Il Clavicembalo Verde, presidente Angelo Mantovani, vedrà virtualmente sul palcoscenico nomi di interpreti pluripremiati e con esperienze “scaligere”. Dunque quattro spettacoli di cui due recital lirici accompagnati al pianoforte: soprano e basso in un caso, mezzosoprano e baritono nell’altro, che interpreteranno le arie e i personaggi più conosciuti in ambito operistico, italiano e straniero. Particolarmente brillante il primo spettacolo dal titolo “Un sapore lirico” con la presenza di quattro cantanti e la partecipazione straordinaria di Antonio Lubrano nel ruolo di narratore, per dimostrare il curioso connubio tra l’opera lirica e la cucina, il melodramma e la buona tavola. Chiuderà il Fuori Scala 2020 un “Gran Galà dell’Opera lirica”, soprano e tenore per le grandi arie d’opera di Bellini, Donizetti, Rossini, Verdi, Puccini, ovvero la quintessenza del melodramma. Nell’organizzazione degli eventi sarà presente ancora una volta il Centro Culturale della Cooperativa quale partner del Clavicembalo Verde vincitore del bando. Nel momento in cui scriviamo stiamo mettendo a punto le date dei quattro concerti.

Contattateci allo 02/66114499, al centro.culturale@abitare.coop, sul sito www.centroculturalecooperativa.org per conoscere date e modalità per l’ascolto.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn