GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Pensieri sparsi di fine anno

Pensieri sparsi di fine anno

• Inter/1 Non siamo degli estimatori di Conte ma la finale di Europa League di agosto è stato un ottimo risultato. Il duro sfogo contro la società, rea di non proteggere lui e i giocatori, sarebbe invece stato accettabile se ne fossero seguite le dimissioni.

• Inter/2 Sembrava che il campionato non sarebbe partito senza Vidal. La società alla fine ha accontentato il mister: contratto di circa 6 milioni netti per 2 stagioni a un giocatore di 33 anni che ha sempre avuto alti e bassi. Per ora, come contro il Real Madrid, abbiamo visto solo i bassi. Senza contare che con l’arrivo del cileno si è voluta sacrificare la posizione di Brozovic davanti alla difesa, ottima invenzione tattica di Spalletti.

• Milan/1 Dall’inizio della pandemia, con gli stadi chiusi, il Milan è davanti ampiamente a tutte le altre squadre. Con un po’ di ironia potremmo affermare che è un motivo in più, per chi insegue, di sperare finalmente in un vaccino e alla riapertura degli stadi…

• Milan/2 La squadra è compatta, ferocemente motivata e ognuno è consapevole del proprio compito. È in testa meritatamente grazie anche alle incertezze delle altre presunte “grandi”. Ma non potranno correre tutti così fino a maggio… Ci vogliono dei cambi validi come i titolari: gente come Kessie e Bennacer, Romagnoli e Kjaer non si possono assolutamente assentare, quando è restato fuori Donnarumma il Milan ha perso due punti… Per non parlare di Ibra: reggerà tutta la stagione? Ecco, se la società pensasse di più agli acquisti di gennaio e meno allo stadio un pensierino ad arrivare in altro lo si potrebbe anche fare….

• Maradona/1 I nostri ricordi. Negli anni ’80 le sfide con le milanesi più che partite erano autentiche battaglie. Diego, da vero capopopolo, provocava tutta la settimana: prima di un Napoli-Milan decisivo per lo scudetto disse che al San Paolo non voleva vedere nemmeno una bandiera rossonera… Di conseguenza, quando entrava in campo erano insulti per tutti i 90’ (lo ammettiamo, qualche volta anche da parte nostra…). In più Bergomi, Ferri e Mandorlini lo menavano regolarmente ma lui da grandissimo non faceva mai scene e giocava sempre da fenomeno. Dal vivo non abbiamo mai visto nessuno più forte.

• Maradona/2 “È entrato nel mondo delle idee di Platone come giocatore di calcio” – Matteo Saudino, professore di Filosofia e Storia di cui vi consigliamo di seguire le lezioni su You Tube. • Maradona/3 “È stato un semidio, divino in campo, umano fuori” – Paulo Roberto Falcao

• San Siro/1 Se anche The Guardian riconosce il valore culturale di San Siro forse il Comune di Milano dovrebbe maggiormente riflettere prima di dare il benestare alla demolizione dello stadio. Anche perché quello che sta veramente dietro a questo mega progetto non sembra molto chiaro… O forse lo è fin troppo… Basti vedere una delle ultime trasmissioni di Report e la possibilità che se ne occupi l’antimafia… Siamo curiosi di vedere cosa deciderà il Sindaco…

• San Siro/2 Il Real Madrid sta giocando tutte le partite casalinghe, anche quelle di Champions League, nell’impianto “Alfredo Di Stefano” di Valdebebas, alla periferia di Madrid. Il motivo è legato ai lavori in atto di riqualificazione dello storico Bernabeu, destinato a diventare uno degli stadi più moderni al mondo. Perché non ammodernare anche San Siro? È già pronto un progetto del Politecnico che costerebbe 250 milioni di euro contro i 600 che servirebbero per costruire un nuovo stadio. Uno dei simboli di Milano sarebbe salvo…

• Partite La gente che tornerà ad affollare gli stadi sarà un segnale di ripresa dopo la pandemia. Speriamo avvenga presto. In attesa di tempi migliori auguriamo di cuore un Buon Natale e un sereno 2021 a tutti i lettori di “Zona Nove”.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn