GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Xmas Project, il Libro Solidale n. 20 dedicato a un campo giochi per disabili

Xmas Project, il Libro Solidale n. 20 dedicato a un campo giochi per disabili

Il progetto di quest’anno per il Natale 2020 è il Parco ArchéTipo di Quarto Oggiaro. Il borgo solidale realizzato da Fondazione Arché per accogliere nuclei familiari con minori in situazioni di forte fragilità e vulnerabilità, deve essere potenziato per creare e rafforzare relazioni umane di valore mediante. Quest’anno il progetto è creare una zona gioco all’interno del parco adiacente al Borgo anche grazie alla vendita del 20° bellissimo libro realizzato da Xmas Project e grazie al lavoro di tanti bambini delle scuole di Milano e dintorni e della stessa nostra zona 9. I bambini con disabilità fisiche o sensoriali o con problematiche di movimento (anche temporanee) avranno in questa zona giochi la sicurezza in un’area laboratoriale “en plein air” con il rispetto per l’ambiente e la stimolazione di creatività, curiosità, motricità e psicomotricità. Giocare, per i bambini, è importante e anche quest’anno Tiziana Marino (esperta di storia dell’arte e didattica museale) ha partecipato con la sua ricerca artistica illustrando il gioco in tanti dipinti famosi. Il bello del Natale è che arriva sempre, anche quando le cose non sono facili, portandoci poesia e magia, attesa e sorpresa (anche in presenza di Covid…). Per Xmas Project, al 20° anno di attività solidale, e per Fondazione Arché, al 30° anno di progetti per i diritti dei bambini, è stato realizzato il libro che verrà venduto nelle scuole e, dal 9 dicembre, in via Villa Mirabello 6 oppure tramite e-mail info@xmasproject.org – www.xmasproject.it. La collana di solidarietà continua e noi di “Zona Nove” invitiamo i nostri lettori a partecipare per un regalo o più regali solidali per amici/parenti/conoscenti. Ci si sente “migliori” con l’acquisto del 20° libro, sempre bello, utile, intelligente e ricco di solidarietà!

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn