I partigiani che ci hanno lasciato nel 2020

Nel 2020 in provincia di Milano sono mancati 19 tra partigiani e partigiane. Durante gli anni della guerra erano ragazzi, o addirittura adolescenti; hanno rischiato la vita e fino a quando la salute lo ha permesso sono stati testimoni preziosi della lotta al nazifascismo. Tre di loro – Domenico Arcieri, Enzo Broggi e Savino Frascari – sono stati una importantissima presenza nelle sezioni Anpi di Affori e di Niguarda. Li ricordiamo tutti brevemente.

Domenico Arcieri (nato nel 1926), nome di battaglia “Mino”, nato a Bisceglie ma residente ad Affori.

Angelo Bellomi (nato nel 1925), partecipò allo sciopero generale che paralizzò Milano l’8 marzo del 1944 e al sabotaggio dello snodo ferroviario di Locate Triulzi.

Cini Boeri (nata nel 1924), staffetta partigiana, architetta e designer di fama mondiale, Ambrogino d’Oro nel 2019.

Enzo Broggi (nato nel 1929), uno dei ragazzi dell’insurrezione di Niguarda che parteciparono alla barricata di via Graziano Imperatore.

Dina Croce (nata nel 1922), una delle prime donne ad entrare nella Resistenza, nella Brigata Garibaldina Crespi e poi nella Divisione Aliotta.

Mario Ciurli (nato nel 1925), nome di battaglia “Romanin”, combattente nella 24° Brigata Mazzini, è stato uno dei partigiani di guardia al cadavere di Mussolini in piazzale Loreto a Milano.

Rina Ferrè (nata nel 1930), staffetta partigiana, punto di riferimento dell’Anpi per i comuni di Canegrate, Parabiago, Busto Garolfo.

Savino Frascari (nato nel 1928), nome di battaglia “Pancia”, per anni una colonna dell’Associazione partigiani di Affori.

Tonino Guerra (nato nel 1927), nome di battaglia “Scalabrino”, uno dei ragazzi di Giovanni Pesce, capo nucleo della 106ma Brigata Garibaldi ‘Venanzio Buzzi’ di Rho.

Silvestre Loconsolo (nato nel 1921), partigiano con compiti di sabotaggio, famoso fotografo documentarista per la Fiom e la Camera del lavoro di Milano.

•Giuseppina Marcora (nata nel 1920), staffetta partigiana tra Milano e Val d’Ossola, nome di battaglia “Pinetta”, sorella di Giovanni, partigiano con il nome di battaglia “Albertino”, politico e ministro.

Gildo Negri (nato nel 1930), nome di battaglia “El Rumanin”, ha partecipato a numerose azioni di sabotaggio, presidente dell’Anpi di Paderno Dugnano.

Francesco Nezosi (nato nel 1930), giovanissima staffetta partigiana in Val Calepio, Val Cavallina e nell’Alto Sebino, molto attivo nella sezione Anpi di Cinisello Balsamo.

• Ernesto Nobili (nato nel 1927), staffetta partigiana in Piemonte, partecipò a diverse azioni di sabotaggio, a lungo consigliere d’amministrazione della Fondazione Memoriale della Shoah.

• Piera Pattani (nata nel 1927), staffetta partigiana per la 182ma Brigata Garibaldi, attiva nella sezione Anpi di Legnano.

Guido Ravenna (nato nel 1927), nome di battaglia “Furio”, combattente nella Brigata Osoppo, ingegnere, sezione Anpi di Calvairate.

Giulia Re (nata nel 1926), staffetta partigiana, del quartiere Calvairate.

Edoardo Sacchi (nato nel 1922), nome di battaglia “Dado”, partigiano in Valle d’Intelvi, chimico, scrittore e pittore.

Carlo Simone (nato nel 1922), presidente onorario della sezione di Inzago.