GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Al Parco Nord con gli uccelli
Sono nata e cresciuta a Niguarda, trasferita ad Arluno per amore ma tutti i miei amici e parenti sono a Niguarda ed essendo comunque molto affezionata al mio paese di origine, trascorro tutti i sabati mattina al Parco nord con i miei due cani di razza carlino. Inutile dire che Niguarda possiede secondo me il parco più bello, e per questo ringrazio chi lo gestisce e, essendo appassionata di fotografia, colgo l’occasione per immortalare nei miei scatti paesaggi e fauna, molto ricca tra le altre cose, del parco. Vi giro qualche scatto di questo sabato sperando vi facciano piacere.
Protagonista sempre lui, Brutus da alcuni chiamato Ugo, nonché germani, gabbianelle e parrocchetti, pettirossi, gheppi, picchi.
Stefania Melzi (febbraio)

      

Marciapiedi vergognosi
Vivo a Niguarda in via Val d’Ossola 9 e lo stato dei marciapiedi è a dir poco vergognoso, deiezioni di cane ovunque (i bambini che vanno nella scuola in fondo alla via devono fare lo slalom con i trolley).Allego per riscontro una foto (per fortuna avevano coperto con segatura). La situazione è costantemente così in tutta la zona (senza segatura, immaginatevi). È possibile fare qualcosa tramite il giornale di zona? Possiamo scrivere un articolo a riguardo? Magari prima di occuparsi dell’inquinamento prodotto dalle sigarette alla fermata del tram il Comune potrebbe occuparsi della salute dei cittadini disinfettando quotidianamente i marciapiedi.
Arianna Sangiorgio (febbraio)

• Gentile Signora, ha ragione, camminare sui marciapiedi è ormai diventata una corsa ad ostacoli. Il problema purtroppo è sempre più diffuso nella nostra zona e in tutta Milano. Le rispondiamo però con la scritta di un cartello affisso dal proprietario di un pub milanese al di fuori del proprio locale. “Si pregano i cani di pulire la cacca che fanno i loro padroni sul marciapiede”.  Crediamo infatti che più che un intervento dell’Amsa sia necessario un aumento di coscienza civica da parte di quei cittadini che non raccogliendo le deiezioni dei propri cani lasciano le strade sporche e a rischio slittamento per i passanti. (L. M.)

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn