GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Ciao Rocco Pietro, ci rivediamo sul tuo murale

Ciao Rocco Pietro, ci rivediamo sul tuo murale

Cari lettrici cari lettori, questo mese a nome di tanti Niguardesi vorrei ricordare Rocco Pietro. La sua morte improvvisa ha lasciato tutti sgomenti. Lo si vedeva con il suo modo eccentrico nei vestiti ma soprattutto per i suoi cappelli. Altero, alzava la mano e dava un ciao a tutti. Mi capitava di incontrarlo sul tram n’4 perché amava andare spesso in Centro, al Castello e al Duomo. Quasi sempre mi offriva una cartolina o un giornalino. Ho conosciuto Rocco tanti anni fa… Come era sorridente e pieno di vita quando stava bene mentre diventava ombroso quando era giù di morale. Mi era molto cara la sua mamma. Ora lo si vorrebbe ricordare con un murale. Tanti sono i messaggi che hanno scritto per lui. Omar Bassalti: “Ci sono monumenti che hanno avuto vite molto travolgenti. Monumenti non fatti di marmo a Niguarda come nel mondo. Rocco Pietro un signore che ha sofferto molto e che tutti conoscevano a Niguarda. Un monumento sempre in movimento. Osservare tutto questo da lontano fa vivere una vita particolare. Foglie di un albero che piano son perse”. Ornella Panigara: “Era un personaggio fuori dal comune, che sarà ricordato da ognuno di noi per un suo aspetto particolare. O per ogni suo atteggiamento variopinto”. Stefano Turchettti: “Ringrazio ora come prima/La tua presenza di luce/ Fulgida e irrequieta/Maestra di una vita ignota come un arcobaleno nella tempesta”.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn