GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Università Bicocca: c’è qualcuno che fa lezioni in presenza?

Università Bicocca: c’è qualcuno che fa lezioni in presenza?

L’uscita della Lombardia dalla “zona rossa” ha portato al ritorno in classe degli alunni delle scuole medie e superiori al 50% di presenza. Non così nelle università. Nell’ateneo Milano-Bicocca, ad esempio, in conseguenza delle mutate misure adottate dalle Autorità per contenere la diffusione della pandemia, il decreto emanato nello scorso 25 gennaio dalla rettrice, Giovanna Iannantuoni, prevede lo svolgimento delle lezioni in presenza e a rotazione esclusivamente per gli studenti del primo anno dei corsi di laurea triennale e a ciclo unico. Le lezioni in ogni caso sono videoregistrate e rese disponibili sulle pagine e-learnning dell’insegnamento. Per gli insegnamenti di tutti gli anni successivi, invece, le lezioni continueranno ad essere svolte da remoto come pure gli esami di profitto e le sedute di laurea triennale. Gli studenti dei corsi di laurea a ciclo unico e magistrale, in alternativa a quella da remoto, potranno scegliere di discutere la tesi di laurea in presenza, naturalmente con l’esclusione del pubblico, che potrà seguire in streaming. L’Università è comunque aperta per stage, attività relative a dottorati di ricerca, di tirocinio in area sanitaria e specialistica, lezioni e attività concernenti master e corsi di perfezionamento, preparazione di tesi, ricerche in biblioteca. Tutte queste disposizioni in assenza di ulteriori nuovi Dpcm resteranno in vigore fino al 31 marzo prossimo… poi si vedrà!

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn