GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Le piazze di Zona 9: inverno e primavera 2021 in Piazza Minniti

Piazza Minniti è la Piazza Grande dell’Isola, e assieme a Piazzale Loreto ha inaugurato nella seconda metà dello scorso a anno il progetto ‘Piazze Aperte’, che rientra nel piano Periferie del Comune di Milano. Progetto che si richiama ai razionali della ‘Urbanistica attiva’, ovvero di quell’approccio al ‘progetto degli spazi pubblici’ orientato al coinvolgimento diretto dei cittadini riuniti in associazioni e comitati di quartiere e alla realizzazione di progetti a basso costo. La parte creativa vera e propria è stata assegnata, previo bando, all’agenzia Jungle e Camilla Falsini. Ora nessun paese al mondo ha già tante piazze colorate come l’Italia, e nessuna città italiana, viceversa, ha tante piazze grigie come Milano. E Piazza Minniti non fa eccezione. Spazio centrale e anonimo di un quartiere dalle molte anime, una più esuberante dell’altra, già contagiato dai grafiti e dai murales più famosi d’Italia, lambito dalla Biblioteca degli Alberi e dai boschi verticali di Stefano Boeri. Colorarla era una sfida da far tremare i polsi a qualsiasi artista. Sfida resa ancora più ardua dalla apoteosi di consensi alla parallela riqualificazione di via Borsieri, che attraversa Piazza Minniti e ne è l’interlocutore urbanistico principale. A fine anno il nuovo manto stradale era pronto! Arrivarvi dalle vie adiacenti che la seconda ondata del Covid aveva di nuovo silenziato, era un’autentica sorpresa psichedelica. Riorganizzate completamente le superfici di scorrimento e di parcheggio da un solo lato della piazza, in linea con via Borsieri, la metà residua e coloratissima della piazza, completamente pedonalizzata, sembrava la base di lancio per le astronavi in acciaio e cristallo vicinissime sullo sfondo. Agli angoli, sotto gli alberi laterali, pezzi di arredo urbano ormai introvabili a Milano… delle bellissime panchine gialle! Non visibili nelle foto, ma onnipresenti, tanti cordoli (gialli) avvolgevano gli angoli delle stradine affluenti nella piazza e, finalmente, li proteggevano dagli onnipresenti parcheggi in curva. Complimenti Isola! Ci siamo tornati a inizio marzo, un mese fa. Un mattino di primavera con il sole novello che con garbo scacciava la nebbiolina della notte. Non riuscivamo a capacitarci… la base di lancio era sparita, sostituita da un leggero strato di colori sbiaditi e armoniosi. Anche le astronavi sullo sfondo erano arretrate, meno imponenti…meno importanti. Sul lato occidentale della piazza, quello delle vetrine e dei negozi, erano tornate a fiorire invece le forsizie A dozzine. Molto, molto più visibili di ogni altra cosa.

    

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn