GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Il Fioretto di Zorro – Vaccini, bene di tutti

Il Fioretto di Zorro – Vaccini, bene di tutti

Sul numero scorso Zorro dava conto di una proposta di Oxfam ed Emergency, approvata in un sondaggio da 80 italiani su 100: i paesi “ricchi”, Italia compresa, riconoscano il vaccino anticovid come un bene pubblico globale, in modo da sospenderne temporaneamente il monopolio della produzione e della distribuzione al fine di fornire vaccini anche ai paesi poveri, annullando così il contagio mondiale. L’idea è sostenuta da papa Francesco (“Chiedo agli Stati, alle imprese, agli organismi internazionali, di promuovere la cooperazione e non la concorrenza: vaccini per tutti, specie per i più vulnerabili.”). Ma ora è d’accprdo anche il presidente Usa Biden (“Proponiamo una deroga temporanea alla protezione della proprietà intellettuale dei brevetti per i vaccini Covid che affronti la crisi globale in modo efficace”). E ora un coro di approvazioni: il presidente francese Macron (“Sono del tutto favorevole alla deroga”), Draghi (“I vaccini sono un bene comune globale. È prioritario aumentare la loro produzione, garantendone la sicurezza, e abbattere gli ostacoli che limitano le campagne vaccinali”), i ministri Speranza (“La svolta di Biden è importante”) e Di Maio (“L’Europa non perda l’occasione”). Anche il presidente del Parlamento europeo David Sassoli approva (“Siamo pronti a discutere qualsiasi proposta che acceleri il processo di vaccinazione globale”. Persino Putin si dice pronto ad avallare l’idea.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn