Milano che spettacolo! Il Comune rilancia le attività socio-culturali dal vivo

La cultura, dovunque nel mondo, è stata messa al tappeto dalle misure di contenimento della pandemia tanto che dal 24 febbraio 2020 ha causato il fermo dell’attività di tutto il settore dello spettacolo dal vivo, per 8 mesi su 12. Il Comune di Milano si prepara alla ripartenza delle attività culturali dal vivo e lo fa con una delibera approvata dalla Giunta Sala, un documento che prevede lo stanziamento di 150 mila euro per gli eventi live. Il programma per la ripresa si intitola “Milano, che spettacolo!’’ ed è stato illustrato dall’assessore alla Cultura Filippo Del Corno. Tra i progetti elencati c’è la realizzazione di punti polifunzionali per spettacoli teatrali e concerti attrezzati con service audio-luci e personale, per ospitare diversi eventi e tipologie di spettacolo dal vivo. “Una struttura – spiega Del Corno – per ospitare per un periodo limitato di tempo gli spettacoli dal vivo di quelle realtà culturali che nei loro spazi, a causa delle restrizioni delle capienze, non potrebbero organizzare eventi economicamente sostenibili”. Inoltre sono previste agevolazioni con biglietti scontati o gratuiti. Potrebbe esserci un palinsesto di eventi già a maggio, in uno scenario pandemico migliore, o a ottobre, in quello peggiore. Gli spettacoli teatrali hanno registrato nel 2020 il – 78,4% di incassi, i concerti il – 89,3% nel 2020, rispetto alla media degli anni precedenti.