Al Mufoco venti artisti raccontano il calcio

Al Museo di Fotografia Contemporanea, con sede in Villa Ghirlanda a Cinisello Balsamo, venti artisti di generazioni, discipline e linguaggi diversi dal 12 giugno al 24 ottobre saranno i protagonisti di una collettiva dedicata al calcio, uno degli sport più amato nel mondo. Di questo gioco in quanto espressione pulsante della società hanno scritto molti intellettuali, tra gli altri Jean-Paul Sartre, Umberto Saba, Carmelo Bene, Dino Buzzati, Stefano Benni e Pier Paolo Pasolini che, appassionatissimo, spesso non riusciva a trattenersi dal partecipare a partite improvvisate nei campetti. Curata da Matteo Balduzzi la mostra “Chi non salta. Calcio. Cultura. Identità.” attraverso foto, installazioni, video, riflette sul gioco del calcio come espressione dell’identità individuale e collettiva indagando nello stesso tempo il suo ruolo nella memoria e nella cultura del nostro paese. Le due sezioni dell’esposizione, il “calcio giocato” come pratica, e il “calcio guardato” come tifo e rappresentazione di un’identità collettiva, sono completate da una mostra all’aperto dedicata al calcio nella città di Cinisello, frutto di un lavoro di ricerca sull’argomento realizzato per l’occasione sul territorio. Legata alla mostra una serie di progetti, laboratori didattici/sportivi di calcio e fotografia, proposte educative per giovani calciatori, visite guidate, incontri. Il Museo si pone così come luogo di sperimentazione e di interessante relazione tra artisti, pubblico, comunità e territorio. L’ingresso alla mostra è gratuito con prenotazione obbligatoria a: infomufoco.org – 02 6605661.