GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

“Scuola Sconfinata. Proposta per una rivoluzione educativa” È il titolo di un libro, un vero e proprio sussidio didattico

“Scuola Sconfinata. Proposta per una rivoluzione educativa” È il titolo di un libro, un vero e proprio sussidio didattico

L’Assessore all’Edilizia Scolastica del Comune di Milano, Paolo Limonta, così si è espresso riguardo il rientro a scuola: “È necessario fare scuola in presenza, punto e basta! Qualunque elemento, anche con sacrifici, consenta la possibilità di svolgere le lezioni in presenza, ben venga per raggiungere questo obiettivo. È necessario l’impegno di tutti. La scuola deve invadere i quartieri e farsi invadere dai quartieri! È questa la mia filosofia. È importante rielaborare un nuovo tipo di scuola, dopo la pandemia, che deve essere il cuore pulsante di ogni quartiere e di conseguenza della città. Ciò vuol dire anche che l’energia di ogni città deve servire alla scuola perché tutte le risorse intellettuali e produttive possano essere concentrate sulla scuola”. È questo il filo conduttore del libro “Scuola Sconfinata. Proposta per una rivoluzione educativa”, un libro collettivo gratuito per una rivoluzione necessaria. È stato presentato il 9 settembre scorso presso la sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di viale Pasubio 5. Tra gli autori è appunto presente il dott. Limonta, anche maestro alla scuola primaria. Il libro è nato dalla sinergia tra il movimento educativo “E tu da che parte stai?” e la Fondazione Feltrinelli. Raccoglie riflessioni e proposte per una riforma radicale della scuola, a partire da quello che la pandemia ha insegnato. Obiettivo: mettere la salute biopsico-sociale al centro dei processi educativi. I capitoli portano tutti più firme, sono circa 40 gli autori, segno della “collettività” necessaria ad ogni passaggio di questa rivoluzione. “Scuola sconfinata” non è solo il bel titolo di un libro, ma una presa di posizione radicale di chi pensa che la scuola sia elemento essenziale di democrazia e lotta alle disuguaglianze e, proprio per questo, vuole ripensarla a fondo perché così com’è, è largamente inadeguata agli straordinari compiti che abbiamo di fronte. Il libro è stracolmo di idee, suggerimenti, suggestioni e qualche bel sogno ed utopia concreta. È un libro gratuito e la migliore riconoscenza per tutti coloro che ci hanno lavorato sta nel diffonderlo e farlo conoscere regalandolo a nostra volta. Per diffonderlo basta solo fare un clic e condividerlo. È possibile scaricarlo al seguente link: https://fondazionefeltrinelli. it/app/uploa-ds/2021/06/Scuola_Sconfinata_. pdf. Ne vale la pena poiché sono presenti storie e idee di tante e di tanti. Il volume vuole essere proprio un viaggio nella scuola possibile e necessaria, che fa tesoro di un’emergenza per ripensarsi ed essere ripensata da chi la scuola la fa e da chi la considera un bene comune. il libro è concentrato sulla scuola primaria e secondaria di primo grado, ma l’intenzione è di continuare la riflessione sull’intera fascia 0-18. È stata sperimentata la non semplice strada della scrittura d’insieme e la firma di gruppo. È stata un’idea formidabile.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn