GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Ciao Stefano

Ciao Stefano

Il 4 ottobre scorso, ci ha lasciati Stefano Bertoli, il “nostro” giovane Artigiano del Cuore 2020. Tutta la redazione di Zona Nove si unisce al dolore della mamma, prof.ssa Jole Bevilacqua, del padre Maurizio e del fratello Francesco ed esprime loro le condoglianze nella certezza che il nome di Stefano non sarà mai cancellato dai bei ricordi e che le sue eccellenti realizzazioni di strumenti musicali parleranno sempre di lui. Stefano era un liutaio, un ragazzo di 31 anni, che dopo il diploma aveva deciso di frequentare la scuola di liuteria di Milano perché aveva scoperto questa sua passione artistica. Circa 5 anni fa aveva aperto una liuteria ad Affori insieme ad altri due soci. Per il 2020, in seguito al periodo di quarantena che ha messo in grave difficoltà il settore dell’artigianato, il concorso “Artigiano del Cuore”, progetto che intende raccontare l’artigianato in maniera innovativa, appassionata e coinvolgente, ha deciso di offrire un aiuto concreto: una campagna di raccolta fondi per costituire una donazione fino a 5.000 €, al fine di sostenere l’attività dell’artigiano vincitore. Tra i 10 finalisti selezionati dal Comitato di Fondazione Cologni, ha dunque trionfato Stefano Bertoli, con ben 2259 voti ottenuti da parte della community di Wellmade. Grazie a questa viottoria è riuscito a realizzare un violone in Sol in legno pregiato. Una prerogativa del concorso era l’obbligo di acquistare il materiale per la realizzazione dello strumento, presso un’azienda italiana che rispetti l’ambiente. Aveva terminato da poco la realizzazione di questo strumento, che fortunatamente è riuscito a presentare durante un concerto di musica barocca tenutosi domenica 19 settembre al Centro Culturale della Cooperativa di via Hermada (vedi foto sotto). I musicisti si sono esibiti con brani di Handel, Bach, Vivaldi e altri: al violone grosso di Stefano Bertoli si è esibito Fabio Longo, alla viola da gamba Norma Torti e al violino Angelo Basile. Stefano è stato felice di essere presente a questo incontro per lui molto importante! Ciao Stefano, noi ti salutiamo ricordando le parole emozionanti da te pronunciate dopo la proclamazione di Artigiano del Cuore 2020, promettendoti di tenere sempre presente questo tuo pensiero, poiché grazie allo sforzo incessante di ricerca e di miglioramento continuo a cui non ti sei mai sottratto anche nell’ultimo periodo, crediamo che tutti i giovani dovrebbero prenderti come esempio per costruire un mondo migliore, all’insegna del rispetto per l’ambiente e per la ricerca della bellezza: “Sono convinto che puntare su qualcosa di pregevole proprio in questa situazione difficile sia una scommessa da accettare per riaffermare la vitalità della tradizione italiana, proporre la ricerca della bellezza e unirla alla valorizzazione del patrimonio naturale”.

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn