GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Caserma Mameli: approvato il Piano Attuativo. Al via il progetto di riqualificazione dell’intera area

Caserma Mameli: approvato il Piano Attuativo. Al via il progetto di riqualificazione dell’intera area

La nuova Giunta Sala non perde tempo, buon segnale visto che il lavoro da fare nei prossimi 5 anni è notevole, sia in termini di quantità sia di complessità: nella sua prima adunanza, svoltasi a Palazzo Marino mercoledì 13 ottobre, ha approvato il Piano attuativo dell’ex caserma Mameli, compiendo un nuovo importante passo nel percorso che consentirà di aprire alla città uno dei più grandi siti militari da tempo dismessi e non accessibili, un’area di oltre 100.000 mq che sarà sottratta al degrado e restituita alla fruizione pubblica. Stiamo parlando di un progetto atteso da tanti, diciamo pure troppi, anni dalla popolazione che cambierà, insieme a quanto sta avvenendo nell’area della ex Manifattura Tabacchi, faccia a questa importante porzione di quartiere. Ricordiamo ai nostri lettori che la proprietà dell’area fa capo a Cassa Depositi e Prestiti Immobiliare SGR (Gruppo Poste Italiane) che ha presentato la proposta di trasformazione del complesso ex militare. Dopo che anche il piano di bonifica è stato approvato e potrà quindi entrare nella fase di realizzazione, il Piano attuativo pone le basi per un progetto che ben risponde ai nuovi modelli urbani di rigenerazione voluti dal nuovo Piano di governo del territorio: residenza sociale convenzionata in affitto (circa 330 alloggi) e in vendita (circa 220 alloggi), attenzione al contesto urbano, funzioni di interesse pubblico che saranno insediate in tre edifici tutelati dalla Soprintendenza, più conosciute con il nome di casermette e molto verde, visto che nascerà uno dei 20 parchi previsti entro il 2030, di circa 35.000 mq. Proprio sul verde, grazie a un’osservazione dei residenti che è stata recepita, si è deciso di mantenere ulteriori piante lungo le vie Suzzani e Gregorovius, con un bilancio di 600 piante rispetto alle 476 attualmente presenti. Per quanto riguarda invece l’insediamento di funzioni di interesse pubblico, è stato aperto il 3 agosto scorso un apposito bando con l’obiettivo di trasformare le tre ex casermette in un importante centro per la socialità e la vita del Municipio 9. Le proposte pervenute sono ora al vaglio della commissione tecnica. Al termine della seduta di Giunta Giancarlo Tancredi, assessore alla Rigenerazione Urbana ha rilasciato questa dichiarazione: “È il primo piano urbanistico approvato dalla nuova Giunta, un buon auspicio per ripartire con progetti importanti, che devono dare valore a tutti i luoghi della città. Conosco bene questo intervento per averlo seguito come responsabile dirigente nel mio precedente ruolo, aggiungerà un luogo di qualità tra i quartieri di Niguarda, Pratocentenaro e Bicocca, dove sono già presenti consolidate realtà storiche di partecipazione sociale.” • In merito habbiamo chiesto un commento anche a Beatrice Uguccioni e Pierfrancesco Maran, che nel corso degli anni hanno seguito l’iter, non sempre semplice, che porterà alla nascita di questo nuovo quartiere. Beatrice Uguccioni (Consigliere comunale di Milano): “Ancora un passo avanti sulla riqualificazione dell’ex Caserma Mameli. È stato aggiunto un nuovo tassello: dopo il Piano di Bonifica (che verrà a breve realizzato), è stato approvato il Piano Attuativo che consentirà di sottrarre al degrado un’area di oltre 100mila mq e restituirla alla fruizione pubblica. Circa 330 alloggi di residenza sociale convenzionata in affitto e 220 in vendita. Un parco di 35mila mq. Inoltre dopo le osservazioni dei cittadini verranno mantenute ulteriori piante lungo le vie Suzzani e Gregorovius, con un bilancio di 600 piante rispetto alle 476 attualmente presenti. Un centro per la socialità nelle tre ex casermette (il 30 settembre si è chiuso il bando e la commissione tecnica ha avviato la fase di valutazione delle proposte presentate). Penso sia un progetto molto importante che cambierà il volto di una parte della città e avrà un interessante impatto, in particolare sui quartieri Pratocentenaro, Niguarda e Bicocca. Monitorerò con attenzione la situazione e vi terrò aggiornati.” Pierfrancesco Maran (Assessore alla Casa e Piano Quartieri del Comune di Milano): “Nuova giunta: il primo atto sono 550 appartamenti a prezzi convenzionati. Abbiamo iniziato il nuovo mandato con una delibera che avevo predisposto io ed ora viene completata dal lavoro dell’assessore Giancarlo Tancredi, che la conosce bene quanto me avendola seguita prima come dirigente. Si tratta del piano di trasformazione della Caserma Mameli nel Municipio 9, uno dei luoghi dove verranno realizzate case a prezzi accessibili e convenzionati (330 in affitto e 220 in vendita), un parco da 35mila mq (uno dei 20 nuovi parchi di Milano da qui al 2030), numerosi servizi per il quartiere grazie alle casermette che restano pubbliche tra le quali un centro dedicato alla formazione e al lavoro. Recependo le osservazioni dei cittadini (che peraltro con Giancarlo Tancredi avevamo incontrato a metà settembre) sono stati salvaguardati i filari alberati lungo Suzzani e Gregorovius. È un progetto importante che rigenera una parte di Milano portando nuovo verde e case a prezzi accessibili, che poi sono gli attuali obiettivi della nostra città. Colgo l’occasione per augurare buon lavoro a tutti i nuovi colleghi della Giunta e in particolare a Censi, Grandi e Tancredi che ricoprono gli assessorati che ho avuto l’onore di dirigere in questi 10 anni.”

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn