GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Al Mic la “Prima Diffusa”: Macbeth di Verdi in 80 eventi

Al Mic la “Prima Diffusa”: Macbeth di Verdi in 80 eventi

“Prima Diffusa”, l’iniziativa organizzata dal Comune di Milano insieme a Edison, sospesa solo nel 2020 a causa della pandemia, torna in dicembre ad accompagnare Milano all’opera con la quale quest’anno il Teatro alla Scala inaugurerà la stagione 2021/2022. Si tratta di un’opera tratta dall’omonima tragedia di William Shakespeare, “Macbeth” di Giuseppe Verdi diretto da Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore. Concerti, mostre, rassegne, conferenze e performance, oltre 80 sono gli eventi dedicati a questa opera, organizzati in oltre 40 luoghi della cultura milanese presenti in tutti i 9 Municipi. Per il decimo anno consecutivo anche Cineteca Milano partecipa al palinsesto proponendo dal 2 al 23 dicembre momenti musicali live e un’ampia rassegna di film ispirati ai lavori del drammaturgo inglese. Sarà interessante paragonare trasposizioni cinematografiche di uno stesso dramma realizzate da registi diversi in tempi e anni diversi. Potremo vedere ad esempio varie versioni del “Macbeth”. Quello girato nel 1948 da Orson Welles, quello di Roman Polanski del 1971, “Il trono di sangue” del 1957, adattamento del Macbeth trasposto nel Giappone medievale dal maestro Akira Kurosawa e infine uno degli adattamenti cinematografici più recenti di questa tragedia realizzato nel 2015 da Justin Kurzel. In cartellone anche un omaggio al regista inglese Kenneth Branagh: sette lungometraggi tra i quali “Hamlet” (1996) quattro nomination al Premio Oscar, uno per la migliore sceneggiatura adattata, “Enrico V” (1989), vincitore del Premio Oscar per i migliori costumi, “Pene d’amore perdute (2000), originale rilettura della commedia shakespiriana impreziosita da canzoni della tradizione del musical americano, “Casa Shakespeare” (2018) che offre un inedito sguardo sugli ultimi anni di vita del grande bardo. Ma sono ancora tanti i titoli che il Mic propone, da “Amleto” (1948) di Laurence Olivier premiato da 4 Premi Oscar, tra cui quello per il miglior film e il migliore attore protagonista, lo stesso Olivier, ad “Enrico V” (1944) che, candidato a quattro premi Oscar, regalò a Laurence Olivier una statuetta speciale per il suo ruolo di attore, produttore e regista del film, a “Falstaff” (1965), una delle interpretazioni più memorabili di Orson Welles. Una rassegna imperdibile a ingresso gratuito ma con obbligo di prenotazione su www.cinetecamilano.it.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn