GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Il posto nel mondo di Roberta

Il posto nel mondo di Roberta

Buongiorno, Roberta. Nel mese di dicembre è uscito il tuo ultimo libro intitolato “il mio posto nel mondo”, edito da A.Car e reperibile in tutte le librerie e sulle piattaforme digitali.

Cosa ci puoi dire di quest’opera? Dove hai preso l’ispirazione?: ”Ho scritto questo romanzo durante il lockdown, quando evadere dalla realtà era l’unica forma per sopportarla. La storia nasce da un semplicissimo concetto: lo scopo della vita. Ho pensato che ci sono tre motivazioni principali che possono muovere l’uomo alla vita: l’istinto primordiale di sopravvivenza, l’altruismo e l’edonismo. Sono tre facce della tessa medaglia che, solo se ben bilanciate, possono regalare quell’equilibrio. Prendere consapevolezza di se stessi è il primo passo per capire chi si è e quindi per comprendere come lavorare su questi lati del nostro essere per equilibrarli”.

Quindi hai provato a raccontarci questo concetto interessante raccontando una storia?: “Esatto. Ho creato tre personaggi: una terapeuta dolce e timida di nome Greta, che ha sempre aiutato il prossimo; uno sfortunato ragazzo, che tenta di sbarcare il lunario come può e un musicista anticonformista in cerca di successo, Kreo. Le tre storie si intrecciano in uno spazio temporale molto ampio, che affronta i principali momenti di crescita dei tre personaggi, fino all’età adulta. Non mancano certo amori, colpi di scena e intrighi”.

Ti sei impersonificata in uno dei tre personaggi maggiormente?: “All’inizio pensavo in Greta, poi però ho realizzato che tutte e tre le personalità mi appartengono, come possono riguardare tutti noi; tutto sta appunto nel trovare l’equilibrio necessario per acquisire la consapevolezza di occupare un preciso posto nel mondo”.

Grazie a Roberta Pagani.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn