GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Maria Rosa Manzoni

Maria Rosa Manzoni

Cara Maria Rosa, desidero scriverti questa lettera per ricordarti che a Niguarda non c’è persona che non sappia chi sei e, soprattutto, cosa hai fatto per tanti anni! Il ricordo corale di ben 70 pagine on line parla ed illustra di te con foto e dediche presentato al Teatro della Cooperativa in via Hermada il 7.6.2013. Svela la tua figura di donna che ha aiutato e dato molto in tanti anni ai più deboli, ai disabili. Anche Sandra Saita, la nostra Sandra di “Zona Nove”, ha riservato belle parole per l’8 marzo di quell’anno! Io ti ho conosciuta nel 1996 perché amica di una delle tue più care allieve. Tu le sei stata accanto in tanti momenti felici e grevi quando era ricoverata all’ospedale di Niguarda. Lei con me ti ricorda per tutto il bene che hai sempre fatto per tanti handicappati e per chi aveva necessità. Con noi hai trascorso alcuni momenti di calma con un panino al salame e con una partita a carte. Da te abbiamo imparato molto poiché, oltre all’amicizia, c’era il tuo grande sapere dopo essere stata vice direttrice alla Birago ora scuola media Falcone e Borsellino e, in via Gatti, insegnante di italiano, storia e latino all’Istituto Russell. È stato sempre interessante e piacevole starti vicino. Ci manchi molto come a tanti di zona 9 ma sappi che il tuo “Donna dell’essere” rappresenta un ricordo indelebile che continuiamo a trasmettere ancora oggi a tutti, anche a quelle persone che non ti hanno conosciuta. Maria Rosa, semplice, unica, rara, vera ed importante nella nostra vita! Ti abbracciamo con l’affetto di sempre!

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn