GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Nel nostro Parco Nord c’è vita

Nel nostro Parco Nord c’è vita

Il nostro verde, il nostro grande Parco, è sempre più nel cuore dei cittadini. Sarà stata anche una conseguenza del maledetto virus, ma tanta gente che frequenta quei sentieri, quei viali, non si era mai vista come in quest’ultimo anno. Ognuno di noi ha i suoi motivi, le sue preferenze per come usarlo e sono veramente tanti e diversi, ma nello scorso anno si è registrato il boom delle fotografie, con ogni mezzo a disposizione ed i principali soggetti sono stati, a parte le persone, i bimbi, i cani, sono stati, dicevo, le piante ed i cespugli fioriti seguiti dai meravigliosi tramonti rossi sul lago Niguarda e, guarda un po’, dalle foto ed i filmati riguardanti la fauna selvatica. Scoiattoli, Coniglietti, Tartarughe, Ricci sono stati immortalati a sufficienza, ma gli “alati” hanno sfondato! Libellule e Damigelle, assieme alle Farfalle, non sono mancate, anzi, ma i piumati hanno fatto il pieno. Naturalmente il più ricercato è stato il Cigno, (a proposito, non si potrebbe procurargli una compagna? Son quattro anni che è solo!), attrazione di grandi e piccini, seguito dalle Gallinelle d’acqua, quelle con il becco rosso, dalle Folaghe, quelle con lo stemma bianco, dai Germani reali. Molto visibili sono anche i Gheppi, piccoli rapaci molto eleganti, assieme allo Sparviere ed alla Poiana. Tornando agli acquatici non scordiamo quelli meno visibili, come il Cormorano, il Tuffetto, il Porciglione, il Tarabusino, l’Airone cinerino ed il Martin pescatore della foto, da molti considerato una star per eccellenza. Poi? Poi una valanga di insettivori (Pettirosso, Codirosso, Scricciolo, Balia nera, Ballerina gialla e bianca, Usignolo, Capinera, Luì, Picchio verde, Picchio rosso, Tordi vari, Storno, Merlo, ecc.) ed un’altra valanga di granivori (Cardellino, Lucherino, Fringuello, Peppola, Passera mattuggia, Cinciallegra, Cinciarella, Cincia palustre, Cincia mora, Frosone, Verdone, Parrocchetto dal collare, ecc.). Sì, sono veramente tanti gli uccelli nel nostro Parco e, per curiosità, posso raccontarvi che un paio d’anni fa, in due ore, ho fotografato ventidue specie di uccelli e senza fare corse o gare, ma tranquillamente. Sì, il nostro Parco va alla grande, è tenuto bene, fa piacere percorrerlo, in ogni zona, con ogni tempo, con qualsiasi compagnia ed è proprio nostro! (franco.massaro.2000@virgilio.it)

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn