GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Riflessioni, pensieri, poesia – L’anno che verrà

Cari lettrici e cari lettori, come sarà 2022? è il pensiero di tutti. Non esistono sogni ma i desideri rimangono. “Vorrei un cielo stellato di piccole stelle nascenti… quelle stelle che esaudiscono i desideri” un mondo di pace, un mondo migliore “Ci sono panchine vuote che parlano di ricordi; il dolore muto che strazia i cuori” L’anno che verrà vorrei fosse diverso con più amore per l’universo. L’anno passato ha straziato i cuori: intere famiglie oltre il reticolato, migranti in balia delle onde sui gommoni, tanti morti sul lavoro, molte vittime per il crollo delle abitazioni. Il cambiamento atmosferico che provoca devastazione e tante tragedie che ci portano a delle riflessioni perchè troppe volte si parla provocati dall’uomo. Per il signor denaro speculano su troppe cose e aumentano gli imbroglioni. L’anno che verrà vorrei esprimere alle stelle un desiderio che a questa pandemia si trovi rimedio; sembrava quasi tutto finito, invece ci gira tutto a ttorno e il pensiero di tanti che non sarà mai finita. L’anno che verrà non lascia alle spalle questi problemi, questo ci permette però di fare delle riflessioni, cambiare ognuno il nostro ego dentro di noi. Solo se diventassimo un po’ migliori, che bisogna vivere per il bene dell’altro. L’anno che verrà… ogni notte sarà illuminato da piccole “stelle nascenti”, quelle per amore esaudiscono i desideri.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn