Un viaggio di 150 anni dalla Bicocca alla Cina per la 倍耐力

La Pirelli nasce il 28 gennaio 1872 quando Giovan Battista Pirelli decide di intraprendere in via Ponte Seveso (nella parte oggi chiamata Fabio Filzi e dove adesso sorge il grattacielo Pirelli (foto 1) una produzione di articoli in gomma elastica, seguita, qualche anno più tardi, nel neo stabilimento della Bicocca (foto 2), (all’interno del quale oggi si erge la sede della società (foto 3), da quella del primo pneumatico per velocipedi e quindi, nel 1901, dai pneumatici per vettura. Quest’ultimo prodotto ottiene immediatamente un così grande successo da rendere indispensabile l’ apertura di fabbriche all’estero (Spagna, Inghilterra, Argentina) grazie anche alla pubblicità derivante dall’impegno sportivo (che continua tuttoggi). Dal secondo dopoguerra alla fine dello scorso secolo l’ espansione portò l’azienda ad allargare l’attività nei settori dei cavi e dei sistemi di energia e telecomunicazioni cedute nei primi anni di questo secolo per dedicarsi completamente alla sola produzione di pneumatici. Oggi la Pirelli, il cui maggior azionista è la cinese ChemCina (nel titolo è indicata la traduzione in cinese del nome Pirelli che si legge Benaili), dopo un viaggio iniziato 150 anni fa, produce più di 75 milioni di pneumatici all’anno nei 19 stabilimenti nel mondo di cui 2 in Italia, ha 31.000 dipendenti, è presente commercialmente in 160 paesi ed ha un fatturato globale di 4,5 miliardi di €. REPORTER DI ONA Franco Bertoli 1 2 3 TA EBAO a cura di Lorenzo Meyer DE GASPERIS INGOLFATA In via De Gasperis, un tratto molto corto ma a senso unico, entrando da viale Ca’ Granda ogni giorno della settimana ci sono gravi problemi poiché le auto vengono parcheggiate anche a sinistra mentre è possibile solo a destra (la via diventa ancora più stretta) durante l’ingresso alla scuola B.E.S. bilingue di via Val Cismon, al mattino ed all’uscita degli alunni, con vari pullman che sostano e che ingombrano la via De Angelis. Inoltre, molto sovente, bici, motorini e monopattini entrano in senso vietato e non si è mai visto alcun vigile dare multe o sanzioni a chi sosta tranquillamente andando anche al bar. Gli abitanti di questa via, quelli di Val Daone, via De Angelis e largo Rapallo nonché quelli che arrivano da viale Ca’ Granda continuano a subire questa prepotenza!!! Si desidera un intervento urgente per evitare spiacevoli inconvenienti o incidenti…! Lettera firmata (gennaio) VAL DI LEDRO SPORCA Buongiorno sono Luca, abito in via Val di Ledro 23 da ormai 15 anni. Ho notato negli ultimi 2 mesi una grave mancanza di pulizia delle strade e dei marciapiedi in oggetto, soprattutto dopo il mercato del mercoledì. Premetto che i primi dovremmo essere noi cittadini a tenere pulito l’ambiente in cui viviamo e che l’Amsa fino a qualche mese fa aveva sempre pulito decentemente. Ma inizio a provare un senso di abbandono misto a delusione nel vedere una situazione simile. Ho inviato formale reclamo all’Amsa e sono quasi sicuro che ritornerà a essere tutto più pulito, ma invito tutti a mantenere il decoro nella nostra bellissima zona 9!!!! Grazie a tutti Luca Cantoni (gennaio) Iscriviti all’Associazione Amici di Socio ordinario Euro 10 (Euro 5 per studenti e pensionati), Sostenitore Euro 25. Per iscriversi rivolgersi presso la sede del giornale in via Val Maira 4