GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

“I Comuni del milanese sono pronti per aiutare i 22mila cittadini di origine ucraina residenti nel nostro territorio e i profughi in fuga dalla guerra”

“I Comuni del milanese sono pronti per aiutare i 22mila cittadini di origine ucraina residenti nel nostro territorio e i profughi in fuga dalla guerra”

Mentre scrivo, la guerra in Ucraina è scoppiata da una settimana ed io, come voi, ho impresso negli occhi e nella mente gli orrori delle esplosioni e delle persone che si rifugiano nelle metropolitane o che cercano di raggiungere altri paesi per salvarsi. Ho negli occhi l’orrore della morte e lo strazio di chi resta ma ho negli occhi anche le manifestazioni che si sono susseguite in Italia e in tanti altri luoghi, compresa la Russia e l’Ucraina, nonostante i bombardamenti, per chiedere di far cessare le armi e di tornare ai negoziati. Negoziati seri e veri. Mentre scrivo in tanti ci si sta attivando per offrire alloggio e riparo ai profughi e per portare beni di prima necessità in Ucraina. Questa volta, quindi, non vi racconterò le attività quotidiane che stiamo portando avanti come Comune di Milano e come Città metropolitana, dal Piano Aria Clima, al Piano casa, dai progetti candidati al Pnrr a quelli legati alla rigenerazione urbana, ma fornirò qualche utile informazione per sostenere chi scappa dalla guerra. Tutti i Comuni della Città metropolitana di Milano, infatti, vogliono fare la loro parte per supportare le famiglie dei circa 22mila cittadini di origine ucraina che risiedono nel nostro territorio e tutti i profughi che dovessero arrivare in fuga dalla guerra. Poichè siamo tutti impegnati in queste ore a coordinare le risposte più adeguate per fronteggiare l’emergenza umanitaria in conseguenza della guerra in Ucraina, è fondamentalmente fornire informazioni corrette e organizzare gli aiuti in raccordo con tutto il sistema istituzionale e dell’accoglienza. Il Consolato Generale di Ucraina a Milano ha attivato un ufficio per raccogliere le segnalazioni di tutte le persone provenienti dall’Ucraina arrivate nella Città Metropolitana di Milano, in modo anche da raccordare i servizi di accoglienza con la Prefettura e i Comuni, e la segnalazione alle autorità preposte. Se si è conoscenza di persone in arrivo o arrivate dall’Ucraina è importante aiutarle e segnalare la loro presenza sul territorio italiano. A questo scopo, il consolato ucraino ha messo a disposizione l’indirizzo mail *milanoconsolato1@gmail.com* La comunicazione deve essere corredata dai dati essenziali (nome, cognome, data di nascita, contatti mail e telefonici, richieste di eventuale soluzione alloggiativa o comunicazione di ospitalità presso strutture, associazioni o familiari). Con queste prime informazioni il Consolato si raccorderà con l’Ufficio Emergenza Migranti della Prefettura e potrà raccogliere anche tutte le eventuali richieste di supporto. È stata attivata una cabina con la Prefettura e il Con-solato per raccogliere le necessità e coordinare le accoglienze nei centri disponibili. Relativamente Milano città, l’Amministrazione comunale sta ospitando le prime famiglie nei centri già attivi per l’emergenza abitativa ed è disponibile un centro dedicato presso un padiglione di Casa Jannacci, la Casa di accoglienza di viale Ortles 69. Il Comune sta inoltre attivando collaborazioni con il Terzo settore per mettere insieme le disponibilità della città. Proprio in questo senso, Refugees welcome Italia ha messo a disposizione la propria piattaforma (https://refugeeswelcome. it/accogli-una-persona-rifugiata/) per raccogliere l’offerta delle famiglie che vogliono ospitare i rifugiati nelle proprie case. Anche la Caritas Ambrosiana sta promuovendo la raccolta di disponibilità alloggiativa nella rete delle parrocchie di tutta la Diocesi di Milano e per segnalare una disponibilità è possibile scrivere all’indirizzo stranieri@caritasambrosiana.it. La stessa Emergency sta raccogliendo le disponibilità tra i propri volontari per metterle a disposizione dei servizi competenti. Poichè sappiamo che stanno arrivando e arriveranno anche tanti bambini e tante bambine, l’ufficio scolastico territoriale è disponibile a lavorare per supportare le famiglie dei minori ucraini arrivati a Milano in un percorso di inserimento scolastico e per segnalare la loro presenza è possibile scrivere all’indirizzo usp.mi@istruzione.it.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn