GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

In Comune si lavora per la valorizzazione dei Municipi e per gli investimenti nei trasporti pubblici

In Comune si lavora per la valorizzazione dei Municipi e per gli investimenti nei trasporti pubblici

Questo mese mi voglio soffermare su due temi differenti ma che credo siano rilevanti per i territori: – la valorizzazione dei Municipi; – gli investimenti per migliorare e potenziare il trasporto pubblico locale, in un sistema di area vasta che comprende il capoluogo e anche i 132 Comuni che compongono la Città metropolitana Andiamo con ordine. Qualche settima fa la Giunta ha approvato le linee guida per la valorizzazione delle competenze dei nostri Municipi. Un passo in avanti concreto verso un sempre più reale decentramento. Con questa Delibera vengono poste le basi di un modello ispirato all’idea di una “Città in 15 minuti” dove Comune e Municipi dovranno lavorare in maniera ancora più sinergica, semplificando i processi e accorciando i tempi di risposta ai cittadini, come è giusto che sia in una Città che vuole competere con le più importanti metropoli europee. Decentrare significa dare più risorse e responsabilità alle Municipalità per realizzare una Milano che non si identifichi più solo con il centro città, ma che valorizzi le identità dei suoi quartieri e di chi li abita. Gli ambiti prioritari di questo potenziamento delle deleghe sui territori riguardano tutti quegli aspetti che hanno un forte impatto sulla quotidianità, ossia l’edilizia scolastica; la manutenzione stradale, del verde, delle aree giochi e dell’arredo urbano di quartiere; il commercio e in particolare i processi inerenti i mercati temporanei; lo sport e gli indirizzi per la destinazione degli spazi di interesse municipale. Si tratta di un percorso impegnativo ed essenziale che richiede nuovi metodi e modelli organizzativi anche innovativi e per questo occorre valorizzare i luoghi decisionali, cioè Osservatorio e Conferenza dei Presidenti di Municipi; codificare le prassi che hanno funzionato bene e sostituire quelle che non hanno funzionato, creandone delle nuove; formare il personale, per comprendere meglio difficoltà e necessità sia del Comune che dei Municipi. Veniamo alla mobilità. Sono sempre più convinta che la mobilità sostenibile sarà il volano della ripresa. Un buon segnale è quello che ci arriva dal Governo e sono certa che grazie alla collaborazione con tutti i comuni metropolitani, si daranno risposte concrete ai milioni di cittadini che quotidianamente si spostano tra i Comuni e verso il capoluogo. Dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili perverranno 732,2 milioni per i prolungamenti delle metropolitane milanesi così suddivisi: 180 milioni per portare la M1 fino allo storico quartiere Baggio; 5.5 milioni per lo studio di fattibilità per prolungare la M3 sulla Paullese; 420 milioni per far arrivare la nuova M4 da Linate a Segrate; 4.5 milioni per gli studi di fattibilità sulla nuova M6 che avrà un impatto positivo sul territorio del Municipio 5 e su tutto il Sud Milano; 122 milioni e 200 mila euro per ampliare il deposito dei treni della Linea rossa di Gallarate. Con l’integrazione tra trasporto pubblico locale e mobilità dolce colmeremo il gap che ci separa dalle principali metropoli europee. Il lavoro da fare è ancora molto ma con questa iniezione di risorse potremo accorciare i tempi.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn