GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Abitanti del Parco Nord in riproduzione

Abitanti del Parco Nord in riproduzione

Mesi di riproduzione al Parco Nord! Gli uccelli sono indaffarati con le nidiate, le bocche da sfamare sono tante e la corsa a cercare insetti o semi è incessante. Prima eravamo abituati a vedere gli uccelli muoversi in coppia nel Parco, poi con il problema della cova si erano divisi i compiti, si muovevano separatamente per potersi sfamare e, contemporaneamente, tener calde le uova. Naturalmente anche gli insetti sono in riproduzione e questo permette agli uccelli di trovare abbondanza per i propri piccoli. Ad esempio vediamo le Rondini ed i Rondoni percorrere incessantemente il cielo sopra il lago catturando un’infinità di moscerini, zanzare ed altri insetti. Le Cinciallegre catturano le cavallette nei prati ed i ragni nelle siepi, i Gheppi fanno lo stesso con i grilli e le lucertole. Tra gli insetti, grandi cacciatrici per se stesse sono le Libellule che fanno strage di zanzare, anche quattrocento in un giorno, poi mosche, apidi di piccola stazza ed ogni essere volante di modeste dimensioni. Purtroppo anche le Libellule finiscono catturate dagli uccelli. Tra gli insetti cacciatori non dobbiamo scordare il Ragno saltatore che si nasconde dietro i petali o gli stami dei fiori, oppure si mimetizza cambiando il colore, ed all’arrivo della preda scatta come una molla. Natural-mente lo fa per se stesso perché la sua prole è autonoma dalla nascita. Per ultime ricordiamo le Coccinelle che frequentano i nostri rosai cibandosi degli afidi e salvando così la fioritura delle rose. Quest’anno la loro riproduzione è stata notevole. Ho solo parlato di alcuni abitanti, ma se presterete attenzione scoprirete una notevole quantità di altri cuccioli, dai Coniglietti alle Gallinelle, dalle Tartarughe alle Lucertole, perché nel nostro Parco non manca niente, basta solo osservare attentamente.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn