GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

Ancora un lutto nella redazione di “Zona Nove”

Ancora un lutto nella redazione di “Zona Nove”

Èvenuta a mancare la cara Mira Redaelli. Tutti noi siamo vicino alla sua famiglia. Per ricordare la cara Mira dobbiamo andare a ritroso nel tempo perché sono tanti gli anni che siamo amiche. Da quando il giornale era ancora in via Lanfranco della Pila e Mira veniva agli incontri del pomeriggio con le donne e Maria Volpari. Non mancava mai la sua presenza al Circolo Rigoldi di via Hermada 8. La figura di Mira all’interno del giornale è stata importante, soprattutto per ciò che ha riguardato l’organizzazione e la promozione di mostre, concorsi di fotografia, di pittura, di poesie, le gite, indimenticabile quella sul Mincio a Mantova e poi l’8 marzo, la festa della donna, il suo fiore all’occhiello. L’organizzazione era sua e ne andava fiera. Tutto doveva essere perfetto, pranzo o cena non faceva differenza, ma l’iniziativa doveva essere sicuramente un modo per argomentare le “voci” del quartiere: le esigenze, i bisogni, conoscere il territorio e le trasformazioni ambientali, stradali, culturali e soprattutto parlare dello spirito sociale e solidale dei niguardesi. Mira la vogliamo ricordare così: arrivava dietro alle nostre spalle con la sua voce dal tono inconfondibile e, come un super visore, si assicurava del buon andamento della serata. Tutto doveva procedere per il meglio. Alla fine spuntava con il suo cesto pieno di fiori colorati, pronta ad omaggiare i presenti. Non possiamo non citare il suo amore per la famiglia e per il figlio Stefano Bassalti, conosciuto jazzista. C’era sempre Mira dietro l’organizzazione della serata jazz del nostro giornale, a cui dedicava amore ed emozione. Ciao Mira, come ha detto il sacerdote durante la funzione religiosa, maggio è il mese della madre e della Madonna; tu sei stata una grande Mamma.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn