Giugno al Centro Culturale della Cooperativa

Con il mese di maggio si è chiuso un periodo di lavoro intensissimo che ci ha visti impegnati su differenti fronti: musica, arte, storia, cinema, cronaca, politica. Il rapporto con il Teatro alla Scala si è ulteriormente consolidato, dunque in autunno riprenderanno gli appuntamenti musicali che, sicuramente, registreranno il successo dei mesi passati. Vi segnaliamo invece un percorso già annunciato e concretizzato solo ora, qui in Zona 9, tra Niguarda e Bicocca. Stiamo parlando della Cittadella degli Archivi in via Gregorovius che sarà oggetto di una visita inusuale e, perché no, anche affascinante. Parliamo del nuovo polo archivistico del Comune di Milano: corridoi, km. lineari di carta, faldoni e robot come archivisti. Niente di straordinario, direte voi. Errore: in realtà gli archivi sono una vera miniera d’oro nella quale ritrovare documenti che raccontano la storia di Milano. Mercoledì 8 giugno, una giovane guida ci accompagnerà per parlare di Manzoni, Verdi, Garibaldi, ma anche di Marinetti e Boccioni, dei comuni aggregati nel 1923, la toponomastica cittadina e il censimento degli ebrei milanesi nel 1938. Per non parlare del contratto d’acquisto, nel 1952, della Pietà di Michelangelo (detta Rondanini) ora al Castello Sforzesco. Ma non basta, la visita proseguirà all’esterno. Sui muri una vera galleria d’arte con 80 pannelli dipinti da artisti italiani e stranieri, parte del progetto “Muri d’artista” nato nel 2015. Tre degli ultimi incontri del mese di maggio sono stati filmati: due concerti (Clarinetti in concerto e Piano City Milano) ed un incontro con la Comunità Valdese che ha suscitato grande interesse. Vi proponiamo di rivederli sul nostro sito con un passaggio di grande semplicità: cliccate QUI. Sulla sinistra dello schermo apparirà la scritta YouTube. Cliccate su di essa e compariranno i tre filmati (oltre a tutto quello che il Centro Culturale ha prodotto in questi ultimi anni). Per “Clarinetti in concerto” intorno al 35’ segnaliamo un “a solo” di pianoforte del giapponese Takahiro Yoshikawa con variazioni su “Bella figlia dell’amore” dal Rigoletto di Verdi e per Piano City il concerto di Serena Galli che si è chiuso con l’esecuzione di due Preludi di Rachmaninov. Particolarmente interessante l’incontro con Eleonora Natoli, pastora del Tempio Valdese di via F. Sforza, che ci ha parlato delle origini e della storia del movimento attraverso i secoli fino ad oggi.

Per restare in contatto con il Centro Culturale e conoscerne i programmi seguiteci su: telefono – 349/0777807 – 02/66114499 mail – centro.culturale@abitare.coop, sito – www.centroculturalecooperativa.org