GIORNALE DI NIGUARDA - CA' GRANDA - BICOCCA - PRATOCENTENARO - ISOLA

La triste estate televisiva

La triste estate televisiva

L’estate, si sa, è il periodo peggiore per la tv. Tutti i network sospendono i programmi che ci hanno accompagnato dall’autunno alla primavera per riproporre vecchi film e tele serie. Tranne i quiz preserali e qualche esperimento da parte dei canali emergenti sul mercato italiano non si vedrà nulla di nuovo. Torneranno, come ogni anno, la ‘Signora in Giallo’, ‘Hazard’ e ‘Il Commissario Rex’ a far compagnia alle interminabili telenovelas. Continueranno i dibattiti con i tuttologi, che per un gettone di presenza (un rimborso economico), si collegheranno dalle loro residenze di villeggiatura e continueranno a pontificare su ogni argomento improvvisandosi esperti di geopolitica, di medicina, ma soprattutto dispenseranno consigli per ogni situazione. Il tutto in un clima di spensieratezza e supportati da conduttori compiacenti e divertiti da qualsiasi stupidaggine. Non mancheranno i telegiornali con le notizie del giorno e, vista la stagione, ci avviseranno che domani sarà una giornata afosa, ricordando agli anziani di non uscire nelle ore più calde e di bere molta acqua… Insomma, sarà una noia mortale. Per fortuna durante l’estate, molte persone, hanno anche più tempo per riposare e appisolarsi sui divani di casa. Sarà il periodo ideale per riflettere su cosa propone la tv ed evitare di cadere nelle trappole dei cattivi maestri che influenzano i telespettatori.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn