Mi chiamo Alice Amalia Bocca e sono una filosofa. Questa qualifica per la maggior parte delle persone è piuttosto oscura: una volta i filosofi erano pensatori indipendenti, tutt’al più docenti, oggi invece i filosofi sono imprenditori, politici, opinionisti, disoccupati, ciarlatani scrittori e chi più ne ha più ne metta, ma per quanto riguarda me essere “filosofa” significa avere la responsabilità di condividere gli strumenti che la filosofia mi ha dato per conoscere il mondo e poterci vivere con maggior consapevolezza. Per questo motivo dal 2014 mi occupo di progetti educativi rivolti a vari pubblici specifici, tra gli altri Fare filosofia, rivolto alle scuole primarie e alle scuole secondarie di primo grado che, per ogni anno scolastico, propone un problema filosofico attuale (la differenza fra bene e male, la bellezza, l’utopia e così via) trattato da vari punti di vista e in varie discipline, favorendo così lo sviluppo del pensiero critico e della dialettica. In questi anni ho collaborato con realtà bellissime, come il Museo archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, la biblioteca degli Armeni di Perugia, la Pinacoteca di Brera e l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, ma, da quando mi sono trasferita a Niguarda, hanno preso un posto speciale nel mio cuore le istituzioni di Zona 9, come l’Orto Comune, Villa Clerici e la rete delle Biblioteche. Proprio operare maggiormente sul territorio mi ha fatto venire l’idea del progetto Filosofa di quartiere: dallo scorso settembre ogni martedì la mia classe di filosofia, composta prevalentemente da arzilli over (ma non solo), si ritrova su una piattaforma online per ascoltare lezioni di filosofia e dibattere di questioni estremamente contemporanee. La filosofia diventa così la cassetta per gli attrezzi del cittadino di qualsiasi età che voglia approcciarsi a punti di vista alternativi a grandi tematiche come la politica, l’economia, la scienza, la storia, ma anche uno strumento per creare una comunità che si incontra per imparare, confrontarsi, dialogare. Un ringraziamento particolare ad Alice che non finisce mai di stupire me e chi la segue!!!